Italia, Bonucci: "Si parla troppo di Balotelli, basta"

Dopo la sconfitta in amichevole contro la Francia il capitano azzurro chiede meno pressioni per l'attaccante. Mancini rilancia: "Ho visto personalità".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Secondo impegno con Roberto Mancini commissario tecnico e seconda fascia da capitano per Leonardo Bonucci. Come avviene già nel Milan, il difensore originario di Viterbo è stato chiamato a vestire i panni del leader difensivo e carismatico della squadra anche nell'Italia: nel ko per 3-1 di Nizza contro una Francia apparsa evidentemente più avanti degli Azzurri dal punto di vista tecnico e fisico, il numero 19 è andato a segno per il temporaneo 2-1 e ha tenuto in piedi la difesa nei momenti più complicati del match.

Il difensore centrale classe 1987, arrivato a 79 presenze in Nazionale e calciatore più esperto del gruppo a disposizione di Mancini, ha commentato il match dell'Allianz Riviera, ammettendo i momenti di sofferenza contro la selezione allenata da Didier Deschamps ma evidenziando anche dei passi in avanti rispetto alla sfida - pur vinta - contro l'Arabia Saudita. Senza dimenticare la difesa di uno dei calciatori più chiacchierati in casa Italia: Mario Balotelli.

Abbiamo tenuto bene il campo e con un pizzico di cattiveria in più potevamo fare anche meglio. Con questi giovani possiamo soltanto crescere. 

Garanzie che arrivano da chi in bacheca ha sei scudetti conquistati in Serie A con la Juventus e ha tastato con mano anche nella stagione al Milan le difficoltà da affrontare per costruire un gruppo da una base profondamente rinnovata. Processo che passa anche dalla serenità, quella che il clamore intorno a Balotelli rischia di minare. Di qui l'appello di Bonucci, in risposta ad una precisa domanda sull'ex centravanti di Inter e Manchester City:

Lui è un valore aggiunto, ma basta parlare solo di Mario: questa è l'Italia di tutti quanti. Balotelli fa le partite che deve fare, sbaglia come sbagliano tutti, gioca come fanno tutti, si sacrifica per la squadra. Ma non diamogli troppe pressioni, altrimenti sminuiremo quello che fanno gli altri.

Francia-Italia 3-1, Leonardo Bonucci e Mario Balotelli festeggiano il gol azzurroGetty Images
Francia-Italia 3-1, Leonardo Bonucci e Mario Balotelli esultano per il gol azzurro

Italia, Bonucci e le pressioni su Balotelli: "Basta parlare di Mario"

La rete di Bonucci a Nizza al 36' del primo tempo, valida per il temporaneo 2-1 e sufficiente per rimettere in carreggiata l'Italia dopo l'uno-due francese firmato da Umtiti e Griezmann, era nata proprio da un calcio piazzato di Balotelli respinto in maniera difettosa da Lloris. Una rete utile per restituire smalto agli Azzurri e alla partita prima del definitivo 3-1 di Dembelé, rete che ha accertato le distanze tra una nazionale che andrà ai Mondiali di Russia da protagonista e una che è rimasta fuori dal lotto delle 32 qualificate. Il ct Roberto Mancini è comunque apparso parzialmente soddisfatto della prova dei suoi:

 La Francia ci è superiore in tutto e per tutto, sia fisicamente sia nei giocatori: ne hanno tantissimi. Sono sconfitte che fanno esperienza, anche se perdere non piace mai. Oggi non era così semplice, ma ci sono stati dei momenti in cui potevamo anche fare il 2-2.

A quattro giorni dal test contro l'Arabia Saudita, Mancini ha cambiato profondamente l'Italia, inserendo tra i titolari D'Ambrosio, Caldara, De Sciglio, Mandragora, Chiesa (molto positiva la prova del 20enne della Fiorentina) e Berardi. Profondi rinnovamenti che hanno dimostrato come quello azzurro oggi sia un laboratorio a cielo aperto. Fare in modo che la Serie A apra sempre più spazi ai giovani convocabili in Nazionale, oggi, appare una necessità non più procrastinabile. Il confronto con la Francia lo ha dimostrato, Mancini lo ha confermato pur pensando con fiducia al futuro:

I ragazzi sono stati molto bravi. Ho visto tanta personalità e questa è la cosa più importante, se continuiamo così magari tra un anno saremo molto vicini al loro livello.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.