Real Madrid, Zidane dà l'addio: ecco i nomi dei possibili sostituti

Perez già pensa al futuro: Guti, tecnico delle giovanili, favorito come soluzione interna. Ma nella lista ci sono anche Pochettino, Löw, Conte, Sarri, Wenger e Allegri.

320 condivisioni 0 commenti

di

Share

Conferenza organizzata a sorpresa. Un dubbio, quello del suo addio, diventato certezza non appena ha preso parola in sala stampa: “Vado via, è il momento giusto per lasciare il Real Madrid. Per me e per il club…”. Zinedine Zidane se ne va da vincente, quando non è ancora passata una settimana dal trionfo in Champions League con il Liverpool, il terzo consecutivo nella maggiore competizione europea. 

Il tecnico francese saluta con un Palmarès da fantascienza: in 2 anni e mezzo è riuscito a conquistare 1 Liga, 1 Supercoppa di Spagna, 3 Champions League, 2 Supercoppe europee e 2 Mondiali per Club.

E quindi ora, per Florentino Perez, comincerà la caccia alla ricerca del nuovo allenatore. Mica facile trovare uno all’altezza di "Zizou". Chi prenderà il suo posto? In Spagna, intanto, è scattato il toto-allenatore, in ballo c’è la panchina più prestigiosa del mondo. Tanti nomi in lizza, tra questi anche tre italiani: Maurizio Sarri, Massimiliano Allegri e soprattutto Antonio Conte. 

Real Madrid, Zidane dà l'addio: ecco i nomi dei possibili sostituti

Le riflessioni in casa Real Madrid sono iniziate, chissà quando le consultazioni porteranno a una fumata “blanca”. La lista, naturalmente, comprende profili di primissimo livello. Ma andiamo a vedere chi potrebbe succedere a Zidane. 

Mauricio Pochettino

Mauricio PochettinoGetty Images
Mauricio Pochettino, 46 anni, sotto contratto col Tottenham fino al 2023: ma in Spagna parlano di una clausola rescissoria...

Il primo è Mauricio Pochettino, uno di quelli sotto contratto e perciò blindato. Però in Spagna si parla di una clausola particolare: l’argentino potrebbe liberarsi dal Tottenham in caso di un’offerta da parte del Real Madrid o del Barcellona. Insomma, una sorta di scappatoia per i due top-club spagnoli. Una notizia, però, subito smentita dall’Inghilterra. Calcio offensivo e spumeggiante, Pochettino ha portato gli Spurs stabilmente tra le migliori squadre della Premier. La controindicazione, appunto, è il contratto in essere, con scadenza 2023. Ma il fascino del Real…

Joachim Löw

Joachim LöwGetty Images
Joachim Löw, 58 anni, ct della Germania dal 2006: è campione del Mondo in carica

Il ct della Germania è il grande desiderio di Florentino Perez. Uno dalla filosofia vincente, campione del Mondo in carica. Anche lui, però, sotto contratto fino al 2022: se dovesse arrivare a scadenza raggiungerebbe i 16 anni di carica in Nazionale. Löw andrà in Russia di nuovo come uno dei favoriti. Un tentativo, il Real Madrid, potrebbe farlo già nei prossimi giorni, prima dell’inizio dei Mondiali. 

Maurizio Sarri e Antonio Conte

Antonio ConteGettty Images
Antonio Conte, 48 anni, lascerà il Chelsea: la sua candidatura è tra le più forti

È libero, De Laurentiis ha ingaggiato un top-manager come Ancelotti. Certo, ci sarebbe la clausola da pagare per liberarlo, ma per il Real Madrid sarebbe un gioco da ragazzi versare gli 8 milioni nelle casse del Napoli. Il Chelsea rimane in nettissimo vantaggio, soprattutto per una questione di tempo. Perez, soltanto ieri, ha saputo di dover cambiare allenatore.

A prescindere dall’arrivo di Sarri sulla panchina dei Blues, comunque Antonio Conte non sarà più il tecnico del Chelsea nella prossima stagione. La sua candidatura per il Real Madrid è forte, è uno dei pochi a non doversi svincolare: ex Juve (come Zidane), è uno che piace per carisma, grinta e voglia di vincere. Due anni in Inghilterra: Premier vinta all’esordio, deludente invece nella stagione appena conclusa, caratterizzata comunque dal successo in FA Cup. I trionfi erano già arrivati in Italia: in bianconero 3 scudetti e 2 Supercoppe italiane.

Arsène Wenger

Arsène WengerGetty Images
Arsène Wenger, 68 anni, ha guidato l'Arsenal per 22 stagioni: soluzione complicata, ma suggestiva

Alle spalle “soli” 22 anni di Arsenal. Il francese potrebbe essere una delle soluzioni più sorprendenti. Qualcuno parla di un suo possibile futuro in Giappone (sarebbe un ritorno dopo l’esperienza al Nagoya Grampus, stagione ’95-’96), o magari che possa prendersi un anno sabbatico. Ma un ripensamento, anche nel suo caso, potrebbe arrivare qualora il Real Madrid dovesse chiamare. Wenger si porterebbe dietro un bagaglio di 21 titoli tra Francia, Giappone e Inghilterra.

Guti

José María Gutiérrez ("Guti")Getty Images
Guti, nome completo José María Gutiérrez, rappresenta la soluzione interna "stile Zidane": per molti è il favorito

Occhio alla soluzione interna: forse la meno suggestiva, ma anche la più probabile. Guti (nome completo José María Gutiérrez), ex centrocampista del Real (77 gol in 541 partite totali), è attualmente il tecnico delle giovanili dei Blancos. Perez potrebbe ripetere la promozione tra i grandi già avvenuta con Zidane. I risultati gli hanno dato più che ragione…

Luis Enrique e Massimiliano Allegri

Gli ultimi due nomi della lista (almeno per il momento). Due soluzioni molto complicate: lo spagnolo è libero, si è preso un anno di pausa, ma è un profilo molto legato al Barcellona, l’eterna rivale del Real. Il futuro di Max in bianconero, invece, non sembra più in discussione. Però il discorso è sempre lo stesso: il Real Madrid è un’attrazione che può scombinare qualsiasi piano…

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.