Zidane lascia il Real Madrid: "Serve un cambio per continuare a vincere"

Il tecnico francese convoca una conferenza stampa a sorpresa in cui annuncia l'addio ai Blancos: "Il club deve cambiare per continuare a vincere".

2k condivisioni 1 commento

Share

13.11 - Zidane annuncia a sorpresa l'addio al Real Madrid: 

Il prossimo anno non sarò l'allenatore del Real Madrid. Dopo tre anni credo che sia arrivato il momento di cambiare, amo troppo questo club. So che per molti non è una decisione giusta, per me invece è il momento di cambiare. Per me è la scelta più giusta ma posso capire che alcuni tifosi non comprendando i motivi. Abbiamo trascorso anni fantastici. In questo club si pretende sempre molto e tutti danno il massimo, per questo ringrazio i giocatori, lo staff e tutte le persone che mi sono state vicino. Vincere è una questione che riguarda tutti, non solo due o tre persone. Non sto cercando un altro club, non allenerò un'altra squadra. Ho comunicato già la mia decisione ai giocatori, ho parlato con Sergio Ramos. Ha rispettato la mia decisione, mi ha augurato il meglio. Lui è un leader, un capitano e gli ho detto che è stato un piacere trascorrere altri tre anni con lui dopo quelli passati insieme da giocatore. Ci sono tanti motivi per cui lascio il Real Madrid, non sono stanco e non mi sono stufato di allenare. Credo che il Real Madrid per continuare a vincere debba cambiare. Dal 20 febbraio, quando ho detto che non pensavo al futuro, non è cambiato nulla. Ho sempre detto che al Real Madrid ogni giorno può essere l'ultimo. Il giorno più bello? Quando mi ha chiamato il presidente per allenare. Ho avuto la fortuna di giocare per il Real e allenarlo. Abbiamo vinto la Champions, ma la vittoria della Liga per me è stato il massimo. Il peggior momento di questa ultima stagione è stata la sconfitta in Coppa del Re contro il Leganes. Come sto? Mi sento bene, non è un bel giorno ma neanche triste. So che è un momento complicato perché sto annunciando l'addio, ma io resterò sempre vicino al Real Madrid. Conosco tante persone qui, la mia decisione non cambierà il rapporto con loro. La mia decisione è presa per il mio bene ma anche per quello del Real Madrid. Ripeto, un cambiamento è necessario. Per vincere così tanto è stato fondamentale avere sempre il rispetto dei giocatori. Dopo tre stagioni per un tecnico è difficile continuare a vincere. Io amo vincere, in qualsiasi cosa faccia. Ma se il desiderio di vincere si affievolisce allora vuol dire che è arrivato il momento di cambiare. Me ne vado senza incolpare nessuno. Se ho parlato con Cristiano Ronaldo dopo la finale di Kiev? No. Cosa avrei fatto in caso di sconfitta in finale di Champions League? Non so, forse sarei rimasto, può anche essere

13.10 - Prende parola il presidente del Real Madrid Florentino Perez: 

La decisione mi sorprende, è totalmente inaspettata. Per me è un giorno molto triste, ma sono sicuro che Zidane tornerà, non ho dubbi. Se ora ha bisogno di riposare è giusto che riposi. Ho amato Zidane come giocatore e come allenatore, su di me ha avuto un grande impatto. Avrei voluto convincerlo a restare, ma conosco com'è fatto. Il Real Madrid sarà sempre la sua famiglia

13.06 - Tra pochi secondi comincerà la conferenza stampa di Zinedine Zidane. 

Real Madrid, Zidane convoca conferenza stampa a sorpresa

L'allenatore del Real Madrid Zinedine Zidane ha convocato una conferenza stampa a sorpresa per le 13 di oggi. Prenderà parola a Valdebebas, sede del centro sportivo dei blancos, ma non si sa ancora quali temi affronterà. 

Possibile che il francese parli del suo futuro e di quello di Cristiano Ronaldo e Gareth Bale. Il portoghese ha infatti messo in dubbio la sua permanenza a Madrid dopo la finale di Champions League vinta 3-1 contro il Liverpool, il gallese non ha nascosto il suo malessere per essere partito dalla panchina. 

Arrivato sulla panchina del Real Madrid a gennaio 2016, Zidane ha appena vinto la terza Champions League della sua giovanissima carriera da allenatore eguagliando due mostri sacri come Bob Paisley e Carlo Ancelotti, capaci anche loro di alzare al cielo per tre volte la coppa dalle grandi orecchie.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.