Champions League 2018/19: annunciate cinque novità

Ufficializzati dall'UEFA alcuni dei cambiamenti per la prossima edizione della Coppa. Fra questi la quarta sostituzione, solo nei supplementari, e i nuovi orari.

599 condivisioni 0 commenti

di

Share

L'edizione 2017-18 si è appena conclusa col successo, il terzo consecutivo, del Real Madrid di Zidane per 3-1 sul Liverpool di Klopp nella finale di sabato scorso a Kiev, ma già l'Uefa sta pensando alla prossima stagione della Champions League.

Normale, del resto, anche perché le prime partite dei vari turni di qualificazione cominceranno fra poche settimane e l'ente che governa il calcio del Vecchio Continente non può e non vuole farsi trovare impreparato.

Inoltre l'edizione 2018-19 sarà la prima con la nuova formula che prevede 4 squadre qualificate di diritto per le prime quattro federazioni del ranking europeo, che in questo caso sono Spagna, Germania, Inghilterra e, pfinalmente, anche Italia.

Champions League 2018-19: annunciate cinque novità

Le 32 squadre partecipanti alla Champions League 2018-19 - al momento ne sono qualificate 26 - troveranno alcune importanti novità nella formula della competizione. Oggi l'Uefa ne ha annunciate cinque sul proprio sito ufficiale:

1. La quarta sostituzione

Dalla prossima stagione, ogni squadra potrà effettuare una quarta sostituzione nelle partite a eliminazione diretta, ma tale sostituzione sarà ammessa esclusivamente negli eventuali tempi supplementari. Tale modifica non avrà alcuna influenza sulle altre tre sostituzioni.

2. Panchina più lunga per la finale

Questa modifica interesserà soltanto due squadre, quelle che arriveranno a disputare la finale. Esclusivamente nel match che designerà il team vincitore, infatti, le società potranno inserire 23 giocatori nella distinta di gara, anziché i classici 18. Ciò permetterà di avere a disposizione 12 potenziali sostituti in panchina, invece dei soliti sette, per consentire a club e tecnici una migliore gestione degli uomini e delle forze in quella che è, a tutti gli effetti, la partita più importante della stagione.

Champions League Real Madrid-LiverpoolGetty Images

3. Le modifiche agli orari

In linea di massima, a partire dagli spareggi della prossima Champions League e fino alla finale tutte le partite cominceranno alle 21:00 CET. Però nella fase a gironi ci saranno due partite di martedì e due di mercoledì che inizieranno alle 18:55 CET, tranne quelle dell'ultima giornata che si giocheranno in contemporanea. Eventuali eccezioni a questa regola potranno essere decise solo dall'UEFA.

InterGetty Images
L'Inter è l'ultima squadra italiana ad aver vinto la Champions League. Era il 2010.

4.Le liste Champions

Al termine della fase a gironi ciascun club potrà inserire in rosa tre nuovi calciatori idonei senza alcuna restrizione.

5. Le squadre qualificate

Saranno 26 le squadre che accederanno direttamente alla fase a gironi di Champions League, comprese le vincitrici dell'edizione precedente della stessa Coppa e dell'Europa League. Gli altri 6 posti saranno messi in palio nelle qualificazioni. Ogni squadra eliminata nelle qualificazioni di Champions avrà una seconda possibilità in Europa League.

JuventusGetty Images
La Juventus è l'ultima squadra italiana ad aver disputato una finale di Champions League: nel 2017 a Cardiff fu sconfitta dal Real Madrid per 4-1

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.