Italia-Arabia Saudita: striscione razzista contro Mario Balotelli

All'attaccante della nazionale è stato rivolto uno squallido slogan nel corso dell'amichevole di ieri sera: "Il mio capitano è di sangue italiano". La polizia è intervenuta subito.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

La mamma dei cretini purtroppo è sempre incinta. Nel giorno in cui l'Italia, dopo una delle più grandi delusioni della nostra storia, riparte con Mancini in panchina, si registra un episodio davvero spiacevole. Durante l'amichevole giocata dagli Azzurri contro l'Arabia Saudita (e vinta per 2-1) alcuni tifosi (o presunti tali) hanno esposto uno striscione di pessimo gusto contro Mario Balotelli.

Negli ultimi giorni in molti avevano ipotizzato che Balotelli, voluto fortemente da Mancini dopo le tante esclusioni degli ultimi anni, potesse essere il capitano della Nazionale. L'idea però, evidentemente, non è piaciuta a tutti. In tribuna, durante la partita che si è giocata a San Gallo, qualcuno ha voluto esporre il seguente striscione:

Il mio capitano è di sangue italiano.

La polizia, presente nello stadio, è intervenuta subito, riuscendo a far rimuovere lo striscione. Il messaggio d'odio e di razzismo però ormai era stato mandato. Ed è un peccato, considerando che in Italia si sta cercando di rifondare e di costruire una Nazionale che possa trasmettere entusiasmo. Questi episodi sono davvero deprecabili.

Balotelli, striscione razzista contro di lui

Grave anche il fatto però che nessuno, all'entrata, si sia preoccupato di impedire che uno striscione così volgare e offensivo entrasse nell'impianto di gioco. Va comunque sottolineato il fatto che la maggior parte dei tifosi abbiano accolto Balotelli con cori e applausi. Anche per questo dispiace che uno striscione del genere abbia rovinato l'atmosfera.

Vota anche tu!

Balotelli merita di giocare in nazionale?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Balotelli comunque ha disputato un'ottima partita, ha giocato di squadra e ha segnato anche un gol. Con la rete realizzata ieri (l'ultima in maglia azzurra l'aveva realizzata ai Mondiali del 2014 contro l'Inghilterra) ha raggiunto Rivera a quota 14 centri. Guadagnandosi la standig ovation del pubblico quando è stato sostituito. E quello striscione, per quanto faccia male, è già dimenticato. D'altronde si sa, la mamma dei cretini è sempre incinta.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.