Mondiali, le regole di Löw per la Germania: niente donne, sì all'alcol

Bandite le notti di passioni, ma prima di andare a dormire i giocatori potranno bere un bicchiere di vino o un boccale di birra. E poi la regola più importante: il rispetto reciproco.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Per stare in gruppo bisogna rispettare le regole. La Germania si prepara ai Mondiali non solo tecnicamente ma anche psicologicamente. Perché la preparazione deve essere totale o si rischia un flop. Lo dimostra quanto successo in Sudafrica nel 2010, quando la Francia, nonostante una rosa altamente competitiva, uscì al girone proprio per i pessimi rapporti fra i giocatori e lo staff tecnico.

Löw per questo ha deciso di essere molto chiaro con i giocatori, fin dal ritiro di Appiano, in Alto Adige. Regole chiare, precise, alle quali tutti devono attenersi. Chi dovesse sgarrare rischierebbe perfino l'esclusione dai Mondiali. Perché il rispetto reciproco è fondamentale in un gruppo. Può essere decisivo.

Il commissario tecnico Löw ha spiegato che non farà eccezioni. Non ci sono figli e figliastri, le regole saranno uguali per tutti.

Abbiamo tante ambizioni, ma anche molti compiti ai quali attenerci. Nessuno può vincere i Mondiali da solo, facciamo tutti parte di un puzzle e se manca un pezzo è un problema per l'intero gruppo.

I tedeschi in ritiro ad AppianoGetty
I tedeschi in ritiro ad Appiano

Mondiali, le regole di Löw

La squadra quindi prima di tutto. Nessuno può pensare di anteporre i propri interessi personali a quelli della squadra. Si devono accettare le decisioni del commissario tecnico per evitare polemiche che inaspriscano l'atmosfera. Anche su questo Löw ha le idee chiare:

Ognuno ha un ruolo prestabilito all'interno della squadra. L'ego non deve esistere.

Vota anche tu!

Condividi le regole di Low?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Importante anche la privacy: chi dovesse spifferare quanto succede all'interno dello spogliatoio rischierebbe perfino l'esclusione. Durante il ritiro in Alto Adige i giocatori possono incontrare i famigliari, che però non potranno viaggiare con la squadra durante i Mondiali. In Russia quindi non ci saranno notti bollenti. Più permissivo Löw lo è sugli alcolici: non è vietato bere un boccale di birra o un bicchiere di vino prima di andare a dormire, ma che nessuno provi ad alzare il gomito. La fiducia di Löw, una volta persa, è difficile da riconquistare. D'altronde per stare in gruppo bisogna rispettare le regole.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.