MMA, UFC Liverpool: Darren Till profeta in patria, battuto Wonderboy

Il fighter di casa trionfa sul karateka, legittimando le sue ambizioni iridate e conquistando una probabile title shot dietro ai contendenti ad interim.

55 condivisioni 0 commenti

di

Share

Darren Till fa sua la Echo Arena. Il beniamino di Liverpool si prende il tifo della sua città, che come per i Reds ad Anfield non lo lascia mai solo. Main card dall'alto tasso di spettacolarità quella commentata dal nostro Alex Dandi in un orario decisamente più consono per noi europei, con le grandi MMA che c'hanno regalato anche la vittoria di Carlo Pedersoli jr. su Brad Scott. Primo match della card principale che ha visto Darren Stewart imporsi su un Eric Spicely sempre più in caduta libera. KO al secondo round per il britannico, che spinge "Zebrinha" verso il possibile licenziamento in virtù delle tre sconfitte di fila.

Successivamente spazio al ritorno di Claudio Silva, che si ripresenta dopo quattro anni lontani dalle MMA finalizzando al primo round un avversario ostico come Nordine Taleb. Il quadriennio trascorso a curare gli infortuni ai legamenti non sembra aver affatto minato il talento di "Hannibal", che conferma la sua maturità e si lancia a ridosso della top 15 dei ranking pesi welter. Pesi piuma protagonisti, invece, nel terzo e quarto incontro della main card, con il successo di Makwan Amirkhani su Jason Knight che ha restituito al fighter dell'SBG il sapore della vittoria. Trionfo per split decision che non da forse l'esatta misura del suo dominio, con "Mr Finland" che torna al successo dopo oltre due anni.

Nel match che è seguito abbiamo visto invece il trionfo di Arnold Allen, che sconfigge Mads Burnell confermandosi come uno dei nomi più caldi delle 145 libbre made in England. Pur rischiando infatti il padrone di casa conquista la vittoria con una front choke al terzo round che la dice tutta sulla sofferenza patita in quel match, che - chissà - potrebbe anche spedirlo verso scenari più nobili. Co-main event che non ha preso la piega del semi-miracolo sportivo, con Craig White che viene steso senza possibilità d'appello da un Neyl Magny ora in striscia positiva da due incontri. Ordinaria amministrazione per "Black Ernie", che fa quello che vuole con l'avversario prima di mandarlo giù con una ginocchiata e dei pugni a 4:32 del primo round.

MMA: il main event di UFC Fight Night Liverpool

Lo scenario tanto auspicato dai tifosi di casa è divenuto realtà: Darren Till sconfigge Stephen Thompson, mettendosi in linea per una title shot subito dopo il campione ad interim pesi welter che verrà incoronato a UFC 225. Chi  tra Raphael Dos Anjos e Colby Covington sarà in grado di prevalere sull'avversario avrà infatti l'onore e l'onere di affrontare Tyron Woodley nel match di unificazione delle cinture, con "The Gorilla" che aspetterà al varco in attesa di capire chi sarà il suo avversario. Sul match contro Thompson, in realtà, c'è veramente poco da dire: il ragazzo di Liverpool, trascinato dalla sua folla, raggiunge il successo senza brillare particolarmente.

Il match, tiratissimo e che ha vissuto delle fiammate di ambedue i contendenti, ha impennato nella quinta ripresa, con Till che ha messo knockdown Thompson. Il karateka di Simpsonville però è stato abilissimo a riprendersi, concludendo il match e vedendosi a tratti offeso da una decisione fin troppo casalinga dei giudici, con due ufficiali di gara che hanno addirittura assegnato un assurdo 49-46 per il thai boxer del Merseyside. Quel che è fatto è fatto però, con il buon Darren che porta a casa la contesa ed infiamma il suo pubblico a suon di trash talking come già aveva fatto nelle pause tra i round. Sul monologo decisamente sopra le righe si chiude la serata di Liverpool, con le grandi MMA che torneranno già nel prossimo weekend, con UFC Fight Night Rivera vs Moraes che verrà trasmessa in diretta su FOX Sports!

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.