Champions League: Chiellini e due romanisti nel team Uefa dell'anno

Gli osservatori tecnici UEFA hanno selezionato i 18 migliori giocatori della competizione in questa stagione. Oltre all'italiano, ci sono Dzeko e Alisson.

353 condivisioni 0 commenti

di

Share

Una competizione emozionante e appassionante, la Champions League 2017-18, cominciata per alcune squadre il 27 giugno scorso e terminata undici mesi dopo, il 26 maggio, con la finale di Kiev, dove il Real Madrid ha tramortito il Liverpool con un 3-1 che porta almeno tre firme indelebili.

Sì, perché per fermare l'onda del miracolo dei Reds, che aveva già travolto senza appello il Manchester City di Guardiola nei quarti e superato la Roma nelle montagne russe della semifinale, sono serviti la rudezza di Sergio Ramos, le prodezze di Bale e la sciagurata prestazione di Karius, un portiere la cui carriera lascia aperti diversi interrogativi.

Chiusa, comunque, la massima competizione continentale per club, è tempo di bilanci, per le società, per i giocatori, per i tifosi, ma anche per l'Uefa che della Champions League è deus ex machina e organizzatore.

Champions League: Chiellini e due romanisti nel team Uefa dell'anno

E proprio l'Uefa ha reso noto il team di Champions League ideale selezionato dai suoi osservatori tecnici - fra i quali c'erano ex calciatori e tecnici come Christian Chivu e David Moyes - lungo l'arco della stagione. Manco a dirlo è il Real Madrid a fare la parte del leone con ben 8 giocatori sui 16 scelti, contro i 3 del Liverpool, i 2 di Roma e Bayern semifinalisti, seguiti da Juventus, Manchester City e Barcellona con uno.

ChielliniGetty Images
Chiellini anticipa Cristiano Ronaldo

Il team Uefa comprende due portieri - Navas e Alisson -, sei difensori - Kimmich, Ramos, Marcelo, Chiellini, van Dijk e Varane nell'ordine -, cinque centrocampisti - de Bruyne, Casemiro, Modric, Kroos e James -, e altrettanti attaccanti, con Dzeko citato per primo e seguito da Firmino, Messi, Cristiano Ronaldo e Salah. 

AlissonGetty Images
Alisson in anticipo su Salah

Mané assenza illustre

Come ogni selezione anche questa dell'Uefa non manca di offrire appigli a chi vorrà criticarla. Così come ci sarà forse chi arriccerà il naso davanti al nome di Varane, altrettanti saranno pronti magari a chiedersi perché James e non De Rossi o Nainggolan, tanto per dire, ma quasi sicuramente l'assenza che farà più rumore sarà quella di Sadio Mané.

Il senegalese di Klopp, infatti, è stato il protagonista assoluto delle semifinali contro la Roma e l'ultimo ad arrendersi nella finale di sabato: 10 gol in 11 partite per lui in questa Champions League, di cui 4 dai quarti in avanti. D'altro canto, invece, la scelta di Lionel Messi appare, almeno per quanto fatto quest'anno, s'intende, quasi un atto dovuto: il suo Barcellona, infatti, è uscito nei quarti, sbriciolato dalla Roma e, nei 10 match giocati, Leo ha realizzato "solo" 6 reti, l'ultima delle quali addirittura negli ottavi.

Vota anche tu!

Avrebbe meritato più Messi o Mané di comparire nella selezione Uefa della Champions League 2017-18?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.