Chi è Karius, il portiere che ha rovinato la Champions del Liverpool

Venticinque anni, tedesco, bellissimo: posta foto con Justin Bieber e conquista modelle. Preso dal City, è esploso al Mainz prima di essere acquistato dai Reds per 4,7 milioni.

1k condivisioni 3 commenti

di

Share

Bisognava impegnarsi per far passare inosservata (o quasi) la rovesciata di Gareth Bale "alla Cristiano Ronaldo". Ci voleva un vero e proprio miracolo. O un disastro assurdo, doppio: due papere incredibili che spianano la strada al Real Madrid verso la terza Champions League consecutiva, la quarta negli ultimi 5 anni. 

Più che perdere il Liverpool, è stato Loris Karius a crollare nella finale di Kiev. Un tracollo inspiegabile, nonostante fosse già da tutti considerato come il punto debole della squadra di Klopp, sbilanciata in avanti per talento. 

Perché se i tre attaccanti (Salah, Firmino e Mané) hanno fatto faville per tutto l’anno, Karius non ha mai realmente convinto l’opinione pubblica. Solo che nessuno si sarebbe aspettato due erroracci del genere nella partita più importante dell’anno: rinvio con le mani sul piede astuto di Benzema per l’1-0, in tilt sul tiro dalla distanza di Bale per il 3-1 che ha fatto partire i titoli di coda. 

Chi è Karius, il portiere che ha rovinato la Champions League del Liverpool

Loris Karius Getty Images
Loris Karius, 25 anni, autore di due papere clamorose nella finale Champions tra Liverpool e Real Madrid

Ma chi è Loris Karius? Come arriva al Liverpool? Tedesco, nasce a Biberach an der Riß il 22 giugno del 1993. A soli 16 anni, nel 2009, viene acquistato dal Manchester City che ci punta forte dopo averlo visto all’opera nelle giovanili dell’Ulna e dello Stoccarda. Karius finisce di “crescere” in Inghilterra nonostante la volontà del papà, che per lui avrebbe preferito una carriera da campione di motocross. Molti tifosi del Liverpool, ad anni di distanza, saranno d’accordo con il pensiero di Karius Senior…

Loris torna in Germania nel 2012, firmando (l’11 gennaio) un contratto di due anni e mezzo (con opzione di rinnovo) con il Mainz, dove aveva già giocato 6 mesi in prestito nella formazione riserve. L’esordio in Bundesliga arriva il 1 dicembre 2012 contro l’Hannover 96, quando al 52’ prende il posto di Parker per rimediare all’espulsione di Wetklo. A 19 anni, 5 mesi e 9 giorni è il portiere esordiente più giovane della storia del campionato tedesco. 

Loris Karius Getty Images
Loris Karius ha condannato il Liverpool alla sconfitta regalando due gol a Benzema e Bale

Karius resta al Mainz fino al 2016 (114 gol subiti in 91 partite totali): il Liverpool, su consiglio di Klopp(ex allenatore del Mainz, dal 2001 al 2008), lo acquista per 4,7 milioni di sterline e gli offre un contratto per 5 stagioni. L’esordio arriva il 24 settembre dello stesso anno contro l’Hull City. Klopp, in campionato, lo alterna a Mignolet, portiere belga più esperto, al Liverpool dal 2013. 

Le foto con Justin Bieber e le conquiste amorose...

Chilling w the homie @justinbieber

A post shared by LORIS KARIUS (@lorisk21) on

Quest’anno il sorpasso, con Karius che viene promosso a titolare per scelta tecnica soprattutto in Champions League. Il tedesco le gioca tutte: 13 presenze totali, dalla fase a gironi fino alla finalissima di Kiev con il Real Madrid. Dove forse, anche lui stesso, avrà ripensato a una carriera mai iniziata nel mondo del motocross. 

Karius, 25 anni, bello, bellissimo, pieno di tatuaggi.Diciannove per la precisione, distribuiti tra il petto e le braccia. Modello per Lanvin e Balmain, uno da cinepresa con quei capelli biondi. Ma finora, più che sul campo, ha lasciato il segno sulle riviste specializzate in glamour e su Instagram. Una foto in un party con Justin Bieber, poi le relazioni amorose con diverse modelle, tutte mozzafiato. Tra le sue conquiste, Pamela Reif, Ianthe Rose e Annelie Alpert. Chissà se continueranno a seguirlo dopo la prestazione disastrosa… contro il Real.

Le parole di Gerrard e i messaggi di Napoli e Inter

E pensare che soltanto 6 giorni fa le speranze del povero Karius erano ben altre. I social, rivedendoli ora, possono essere crudeli: su Twitter una foto del portiere che cammina con lo sguardo fisso e la frase "Occhi sull'obiettivo" ad accompagnare il post. Sicuramente non è andata come si augurava.

Tra i tweet di scherno anche uno solidale del Napoli, che tramite il proprio account ufficiale ha voluto rincuorarlo: "Non piangere, una serata storta può capitare a tutti. Coraggio campione, un abbraccio dal Napoli". Un messaggio simile a quello dell'Inter: "Una brutta serata può capitare a tutti, ti attende una vita piena di successi! Un abbraccio da tutti noi dell’Inter". 

Infine il commento di Steven Gerrard. Lo storico capitano del Liverpool pronostica un'estate complicata per il portiere, ma si "complimenta" con lui per le scuse rivolte ai tifosi a fine partita:

Ha fatto bene ad andare sotto il settore dei supporters Reds a fine gara. Lo ammiro per le sue scuse, i tifosi del Liverpool sono speciali, possono darti una mano anche nei momenti più difficili. Certo, la sua sarà un'estate complicata...

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.