Champions League, Klopp: "Bravo Real, ma con Salah un altro Liverpool"

Dopo i complimenti agli avversari, il tecnico tedesco dei Reds parla degli errori clamorosi del suo portiere Karius e dell'infortunio dell'egiziano.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

L'infortunio di Salah a metà del primo tempo, la peggior serata della vita da calciatore di Loris Karius e un avversario mostruosamente affamato, capace di entrare nella storia e vincere la sua terza Champions League consecutiva. Di fronte a questi tre fattori, diventa obiettivamente molto complicato riuscire a ipotizzare un finale diverso rispetto al 3-1 maturato sul campo.

Il Liverpool non può far altro che leccarsi le ferite, essere comunque orgoglioso del percorso che lo ha condotto fino all'epilogo di questo torneo e accettare il verdetto amaro, sulle note di You'll Never Walk Alone, cantato dai tifosi Reds a Kiev a più riprese nel corso della gara.

Un atteggiamento mostrato dal tecnico Jurgen Klopp, che è andato a stringere la mano al collega Zidane quando ancora non era arrivato il triplice fischio, ma con la partita già virtualmente congelata e assicurata alla storia. Il Real Madrid vince 3-1, grazie alla rete di Benzema e la doppietta di Bale. E il Liverpool accetta la sconfitta con signorilità, applaudendo le scuse di Karius in lacrime sotto la Kop improvvisata per l'occasione in Ucraina.

Champions League, Liverpool: l'analisi di Klopp

Anche Klopp, nell'immediato post-partita, ha tentato di "scagionare" il suo portiere, mostrando pubblicamente la sua solidarietà:

Cosa posso dire? Loris lo sa cosa sia accaduto, lo sanno tutti. È un peccato che sia capitato in una partita come questa, in una stagione come questa. Mi dispiace per lui, sarà davvero difficile sbarazzarsi dei cattivi pensieri nella sua mente. Deve accettare la situazione, noi siamo tutti con lui.

Dopo aver parlato anche della grave situazione clinica di Salah (spalla o clavicola rotta, Mondiale a rischio), il tecnico del Liverpool ha provato a fare una breve analisi della partita:

Dispiace davvero tanto per lui, è una di quelle parti del calcio che non mi piacciono. Non so cosa sarebbe potuto succedere se Momo non si fosse infortunato. Nella prima mezzora abbiamo giocato un buon calcio, creato tanto e pressato alti. Il risultato finale però dice 3-1 per il Real Madrid e gli facciamo i complimenti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.