Ligue 1, l'accusa di Emery: "Al Paris Saint-Germain comanda Neymar"

Nella sua prima intervista pubblica dopo essere arrivato all'Arsenal, il basco attacca duramente il suo ex calciatore: "Andò via dal Barça perché c'era Messi".

Emery e Neymar Getty Images

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Non tutte le storie si concludono con il lieto fine. Nel calcio sono i risultati a tracciare il destino di un allenatore che, anche se vincente, potrebbe essere sollevato dall'incarico. È successo a Unai Emery con il Paris Saint-Germain: sulla panchina del club parigino per due stagioni, ha vinto tutto quello che si poteva vincere in Francia: la Ligue 1 quest'anno, con tanto di double in coppa e supercoppa. 

L'ex tecnico del Siviglia però ha dovuto fare i conti con le pessime figure in Champions League e con uno spogliatoio che gli remava contro. Anzi, un singolo giocatore che gli remava contro. Ma - a detta di Emery - nel caso del PSG le due cose coincidevano. Riferimento neanche troppo velato a Neymar.

L'asso brasiliano è stato fin da subito una presenza ingombrante per la leadership di Emery. Le luci dei riflettori, lo stipendio e i capricci in campo (vedi la lite con Cavani per i rigori). Tutte situazioni che hanno trasformato il ruolo di tecnico in quello di psicologo, mediatore. E in una delle sue prime uscita pubbliche da nuovo allenatore dell'Arsenal, il basco si è tolto qualche sassolino dalla scarpa nei confronti del suo ex calciatore.

PSG, Emery contro Neymar: l'accusa del tecnico

Questione di carattere, di idee. Fatto sta che non è mai sbocciato alcun tipo di rapporto tra Emery e Neymar. Anche se l'attuale tecnico dell'Arsenal non se ne fa un cruccio personale. Guarda avanti, convinto di quanto fatto di buono sulla panchina del PSG. I trofei vinti in patria sono dalla sua parte e l'ex Siviglia li rivendica con orgoglio.

Credo di aver fatto la mia parte a Parigi, soprattutto nella gestione dello spogliatoio. Il mio più grande successo è che la squadra non si sia mai data per vinta, neanche dopo le pesanti sconfitte con Barcellona e Real Madrid (in Champions League, ndr.). Ma in ogni club l'allenatore deve capire quale sia il suo ruolo. Se è lui al comando o se c'è qualcun altro, è un processo che si acquisisce col tempo.

Messi e Neymar al BarcellonaGetty Images

Un attacco diretto a Neymar, che ha sempre fatto di testa sua da quando è arrivato al PSG. Ed Emery a distanza di poche settimane non lo assolve. Anzi, decide di attaccarlo pubblicamente in una lunga intervista alla rivista spagnola 'The tactical room':

Sono arrivato alla conclusione che nel Paris Saint-Germain comandi Neymar. Manca ancora un po', forse, ma prima o poi succederà: al Manchester City comanda Guardiola, al PSG Neymar. Lui è andato via dal Barcellona per essere il migliore al mondo, per diventare un leader, perché in Spagna c'era Messi.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.