Lazio, Petkovic ricorda il 26 maggio: "Non immaginavo fosse così..."

Cinque anni fa i biancocelesti vincevano la Coppa Italia in finale contro la Roma. L'attuale tecnico della Svizzera ricorda il successo: "Oggi avrei molta più ansia".

524 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un giorno indimenticabile. A Roma il 26 maggio ormai è storia. Non basta aggiungere altro, tutti sanno di cosa si parla. Finale di Coppa Italia del 2013, Lazio e Roma una di fronte all'altra. Una partita aspettata per mesi, sofferta, prima ancora di giocarla. Mai (né prima né dopo) un derby di Roma ha assegnato un trofeo.

Per questo quella partita fra Lazio e Roma è così speciale. Il derby, nella Capitale, viene sempre vissuto con particolare partecipazione, ma storicamente quella del 2013 è la sfida più importante di sempre. I tifosi di entrambe le squadre quel giorno lo ricorderanno per sempre nei dettagli, nessuno scorderà mai dove e con chi ha assistito alla partita.

Può sembrare esagerato, ma per i tifosi di Lazio e Roma era davvero il derby della vita. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport Vladimir Petkovic, che quell'anno era allenatore dei biancocelesti e che ora guiderà la Svizzera ai Mondiali in Russia, ha ricordato quel giorno:

Non potevo pensare fosse così. Oggi vivrei la partita con molta più tensione. Vincere in Italia non è mai facile ma per la Lazio conquistare un trofeo contro la Roma era incredibile.

Vota anche tu!

Quel Lazio-Roma è il derby romano più importante di sempre?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Lazio, Petkovic ricorda il 26 maggio

L'importanza di quella partita Petkovic l'ha capita solo dopo quella finale. Perché i festeggiamenti non erano solo per il titolo conquistato, ma anche per la supremazia cittadina. Battere i cugini in finale era quanto di più bello potesse succedere, per questo l'euforia sembrava non passare mai:

Ancora oggi in qualsiasi parte del mondo incontro laziali che mi ringraziano per il 26 maggio. Sono contento che il gol decisivo l'abbia fatto Lulic che è diventato immortale: se lo merita perché è un ragazzo d'oro.

Petkovic parla anche della Lazio di oggi che, nonostante un'ottima stagione, ha terminato il campionato al quinto posto, perdendo la possibilità di partecipare alla prossima Champions League:

La squadra di Inzaghi doveva vincere a Crotone, l'Inter dopo la gara col Sassuolo era tagliata fuori. La Lazio però con Simone Inzaghi ha un ottimo tecnico, se lo deve tenere stretto.

Proprio come il ricordo di quella Coppa Italia. Perché il 26 maggio a Roma è diventato un giorno indimenticabile.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.