Giro d’Italia, a Cervinia vince Nieve. Froome trionfa in Maglia Rosa

Lo spagnolo festeggia in salita dopo una lunga fuga. Dumoulin attacca, ma il britannico risponde. È il suo primo trionfo in Italia: domani festeggiamenti a Roma.

Giro d'Italia, vince Froome. A Cervinia trionfa Nieve dopo la fuga Twitter

52 condivisioni 0 commenti

di

Share

Fine dei giochi: Chris Froome vince il Giro d’Italia del 2018. L’edizione numero 101, comandata fino a ieri da Simon Yates, celebra invece la vittoria del britannico della Sky già trionfatore di 4 Tour de France e 1 Vuelta. L’impresa, costruita già con un grande attacco sul Colle delle Finestre appena 24 ore fa, sfocia nella sua vittoria più bella. Tom Dumoulin può solo arrendersi, nessun miracolo.

A Cervinia trionfa Mikel Nieve con 6’ di vantaggio, nel giorno del suo 34esimo compleanno: terzo successo nella corsa rosa. Lo spagnolo, via in fuga, conquista un grande arrivo in salita. Qui l’ultima volta vinse Fabio Aru: la più grande delusione di questa stagione.

Domani a Roma passerella finale dell’ultima tappa del Giro d’Italia. Altra occasione per i velocisti, ma soprattutto la Capitale è pronta a festeggiare la Maglia Rosa di Froome. Il podio finale: Miguel Angel Lopez terzo che precede Richard Carapaz e Domenico Pozzovivo, quinto e migliore degli italiani.

Giro d’Italia, l’ultima tappa: sfida decisiva

La penultima tappa del Giro d’Italia diventa quella decisiva. Da Susa a Cervinia, ottavo e ultimo arrivo in salita prima dell’arrivo a Roma. Tre ascese per chiudere definitivamente i giochi. Lo sa Chris Froome, Maglia Rosa da ieri, pronto a festeggiare.

Via alla fuga, ma le sorprese ci sono subito nel gruppo dei big. Appena inizia il Col Saint Pantaleon (16,5 km al 7,2%), si stacca Pinot, il terzo della generale. In pratica è fuori dal podio. Al GPM scollina per primo Nieve, dietro ci sono Grossschartner, Brambilla, Gesink e Ciccone. Naugrafato del tutto Pinot: ai meno 27 km ha 20’ di ritardo.

Ultima rampa decisiva

Ultima salita: Tom Dumoulin deve attaccare sul Cervinia per mettere in difficoltà la Maglia Rosa di Froome. Pendenze non arcigne, l’olandese potrebbe andare forte. Tira la Movistar mentre Nieve si invola verso la vittoria. Attacca Dumoulin, Froome gli si appiccica subito dietro. Primo affondo, con coraggio. Ne arriva un altro, non funziona. La Maglia Rosa non lascia sfuggire l’olandese. Sono tutti al limite, anche quando arrivano il terzo e il quarto attacco di Dumoulin. Che poi paga la prima accelerazione della Maglia Rosa.

Ai meno 5km dal traguardo molla del tutto o quasi. Arrivano insieme, ma sorride il capitano della Sky. Primo trionfo di un britannico al Giro d’Italia: un trionfo bellissimo, conquistato con il coraggio e la forza.

 

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.