Nazionale, Mario Balotelli capitano? Più che un'ipotesi

L'attaccante del Nizza è secondo solo a Bonucci per numero di presenze in azzurro tra i convocati di Mancini per le amichevoli contro Arabia Saudita, Olanda e Francia.

1k condivisioni 1 commento

di

Share

Giovedì 24 maggio Roberto Mancini ha diretto il suo primo allenamento da commissario tecnico dell'Italia: 26 i calciatori a disposizione dell'ex allenatore dello Zenit in vista dei tre impegni nell'arco di una settimana contro Arabia Saudita (28 maggio a San Gallo), Francia (1° giugno a Nizza) e Olanda (4 giugno a Torino). Tra questi, non è passata inosservata la presenza di Mario Balotelli, pronto a tornare a vestire l'azzurro dopo quattro anni.

L'ultima partita giocata da Super Mario con la maglia dell'Italia, infatti, risale al 24 giugno 2014. E non evoca ricordi piacevoli per i colori azzurri: Natal, Brasile, ko per 1-0 contro l'Uruguay e addio al Mondiale già ai gironi. Quattro anni dopo la situazione non è certo più rosea. Anzi. Italia fuori dalla Coppa del Mondo in calendario in Russia e alla ricerca di nuovi leader dopo gli addii alla Nazionale di colonne come Buffon, Barzagli e De Rossi. Così Balotelli potrebbe rappresentare più di un'alternativa per l'attacco nei primi passi della gestione Mancini.

Il bilancio di Balotelli, meglio essere chiari, è in debito con l'Italia. Ha sprecato tante possibilità, non ultima quelle con Conte, e tra le 13 reti realizzate quelle da ricordare sono state messe a segno contro Germania (doppietta in semifinale in Euro 2012) e Inghilterra (2-1, Mondiali 2014). Troppo poco per un attaccante con il suo potenziale, autore di 26 reti in 38 partite stagionali con il Nizza. Così il commissario tecnico l'ha preso da parte e gli ha parlato per alcuni minuti. Ribadendo probabilmente quel concetto già espresso davanti alle telecamere:

Balotelli è un calciatore importante, ora deve dare il massimo e comportarsi bene. Negli ultimi due anni ha fatto bene: ora credo sia più maturo. Ha anche due figli e questo aiuto.

Mondiali 2014, Mario Balotelli a segno in Italia-Inghilterra 2-1Getty Images
14 giugno 2014, Balotelli a segno in Italia-Inghilterra 2-1: è l'ultima rete in azzurro

Nazionale, Mario Balotelli vice-capitano: solo Bonucci ha più presenze di lui

Nella carriera di Balotelli, a 28 anni da festeggiare il prossimo 12 agosto, questo sembra davvero il momento della svolta. L'ennesima: un treno da non perdere per cercare di tornare nel gotha del calcio mondiale. La maglia azzurra può essere il volano di questa rinascita, già avviata in Ligue 1 nelle ultime due stagioni, e Mancini - che già l'ha allenato con Inter e Manchester City - nonostante qualche tensione di troppo in passato è forse uno dei pochi che sa su quali concetti far leva. Uno di questi è la responsabilizzazione, che potrebbe passare anche dai gradi di vice-capitano e, chissà, anche di capitano. Già a partire dal test contro l'Arabia Saudita, che l'ex centravanti del Liverpool dovrebbe vivere da titolare.

Vota anche tu!

Mario Balotelli con la fascia di capitano: sì o no?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Più che una semplice ipotesi. Perché è consuetudine che in Nazionale i gradi di capitano siano assegnati in base al numero di presenze: e scorrendo l'elenco dei 27 calciatori precettati da Mancini per il triplice impegno amichevole, Balotelli e le sue 33 partite giocate in azzurro sono secondi solo a Leonardo Bonucci, sceso in campo 77 volte con l'Italia. A quota 33 ci sarebbe anche Mattia De Sciglio, ma tra il terzino della Juventus e l'attaccante del Nizza ci sono pochi dubbi sul braccio di chi potrebbe indossare la fascia. Che chiuderebbe un cerchio: dall'etichetta di esiliato a potenziale nuovo leader. Un sogno, che passa però per tanta concretezza. Nei fatti e nei comportamenti. Quelli che spesso a Super Mario sono mancati in passato.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.