MMA, UFC Liverpool: Till vuole il titolo, ma prima c'è Thompson

Domenica sera alle 19.00 avrà luogo UFC Liverpool. Nel main event, "Wonderboy" Thompson affronta "The Gorilla" Till.

MMA, UFC: poster ufficiale dell'evento di Liverpool ufc.com

16 condivisioni 0 commenti

di

Share

Domenica 27 maggio torna in scena UFC a Liverpool, con una card dal main event davvero pazzesco. Il giovane e imbattuto Darren Till (16-0-1) tenterà di superare Stephen Thompson (14-2-1) nella propria città natale, contando sull'affetto e sulla presenza del pubblico inglese. Nella preliminary card farà il suo esordio in UFC il nostro Carlo Pedersoli jr. (10-1), al quale dedicheremo un articolo.

In apertura, un match nella categoria dei pesi medi. Eric Spicely (10-4), fenomenale grappler che ha sconfitto il nostro Alessio Di Chirico e che ha frenato bruscamente davanti ad Antonio Carlos jr., si troverà di fronte all'inglese Darren Stewart (7-3, 1 NC), vigoroso striker con un passato in Cage Warriors che è stato sfortunato nella sua carriera in UFC iniziata quattro match fa.

Infatti, dopo aver sconfitto Francimar Barroso, la Commissione Atletica Brasiliana ha trasformato la sua vittoria in un NC a causa di una precedente testata. Tre sconfitte di fila, di cui l'ultima anche Fight of the Night contro Julian Marquez - futuro avversario di Alessio Di Chirico, Stewart si trova in una situazione complicata, sull'orlo del baratro e col contratto in bilico. Necessita assolutamente di una vittoria.

  • UFC Liverpool andrà in onda ad un orario estremamente favorevole, le 19.00, come al solito su FOX Sports, canale 204 della piattaforma Sky.
MMA, UFC: Stewart in gabbiaMMA Junkie
Darren "The Dentist" Stewart, 26 anni

UFC Liverpool: Darren Till prova a superare Stephen Thompson

Si prosegue con un match nella categoria dei pesi gallo. L'artista delle sottomissioni Manny Bermudez (11-0), imbattuto e con un esordio fulminante in UFC, affronterà Davey Grant (10-3). Le tre sconfitte di Grant sono arrivate tutte tramite sottomissione, quindi non è difficile prevedere il gameplan del suo avversario, che fa di queste il suo pane e burro. Anche Grant però è di base un submission fighter, lo testimoniano le sue otto vittorie avvenute proprio tramite questo metodo. Uno scontro fra grappler quindi che offrirà alla divisione un nuovo contendente.

MMA, UFC: poster del match fra Bermudez e Grantufc.com
Poster ufficiale del match fra Davey Grant e Manny Bermudez

Il match successivo, nella categoria dei pesi piuma, vedrà il ritorno di Jason "The Kid" Knight (20-4), vero freak delle sottomissioni che rischia non poco in fase di grappling e che esalta in maniera avvincente il pubblico, opposto a Makwan Amirkhani (13-3). Come i fighter precedenti, anche Amirkhani è un submission fighter, 9 vittorie per sottomissione in carriera ne fanno un fighter estremamente pericoloso nel ground game. Dopo un filotto di tre vittorie in UFC, una sconfitta per split decision contro Arnold Allen ne ha frenato le ambizioni, ma il ventinovenne finlandese conta di tornare alla vittoria già domenica.

MMA, UFC: Knight a un weigh-inMMA Junkie
Jason Knight in posa durante un weigh-in

Ancora pesi piuma. Il già citato Arnold Allen (12-1), che vanta una vittoria su Amirkhani, si troverà di fronte il danese Mads Burnell (9-2). Allen è un combattente completo, dotato di un buonissimo striking e con discreta predisposizione alle sottomissioni. L'opposto del suo avversario: Burnell è l'ennesimo submission fighter in card, ha spirito d'adattamento in fase di striking, ma in carriera non ha mai messo KO alcun avversario. In UFC ha esordito con una sconfitta per mano del fortissimo Michel Prazeres, ma si è subito rifatto con una vittoria su Mike Santiago. Allen invece è a quota tre vittorie di fila in UFC e sembra non volersi fermare, diventando di fatto una minaccia per l'intera divisione dei pesi piuma.

MMA, UFC: Allen in Cage WarriorsBloody Elbow
Arnold Allen ai tempi in cui militava in Cage Warriors

Co-main event della serata nella categoria dei pesi welter. Salta per infortunio di Gunnar Nelson il match contro Neil Magny (20-6), che comunque rimane in card. A sostituire l'islandese ci pensa Craig White (14-7), stella in Cage Warriors, che cavalca una striscia positiva di quattro vittorie. Per White è un'occasione imperdibile, quella di una vita. Sconfiggendo Magny infatti, il posto in UFC sarebbe assicurato. Il buon Neil però ha ripreso un trend positivo sconfiggendo Carlos Condit, trend che era stato interrotto da uno straordinario Rafael dos Anjos che fece dell'americano un sol boccone, dominandolo a UFC 215. Wrestler molto valido che non disdegna le vittorie ai punti, ne vanta 11 al termine delle riprese, a fronte di una sola sconfitta. White invece, come la maggior parte dei fighter in card, è un grappler che fa della sottomissione il proprio cavallo di battaglia. Un co-main event che potrebbe vedere la nascita di una nuova stella o la conferma di un vecchio volto noto.

MMA, UFC: Magny ai weigh-inMMA Fighting
Neil Magny in posa durante un weigh-in

Ed eccoci al main event della serata. La portata principale fa davvero gola ad appassionati ed addetti ai lavori. Già, perché lo spot di primo contendente che appartiene a Stephen Thompson, uno dei pesi welter più straordinari che si siano mai visti all'interno dell'ottagono, è minacciato da Darren Till. Il Ragazzo Meraviglia deve guardarsi le spalle dal Gorilla Till, che ha già sorpreso in un match dominato e vinto per KO il veterano Donald Cerrone. Thompson non ha bisogno di presentazioni: striker straordinario che fa dei calci le proprie armi più pericolose, è un kempo fighter e kickboxer. Mancino e con buone basi nel jiu-jitsu, ha combattuto due volte per il titolo, finendo la prima volta col pareggiare contro Tyron Woodley, ma venendo sconfitto nella seconda uscita. Dotato di un'ottima takedown defense (78%) e con vittorie su atleti del calibro di Rory MacDonald, dell'ex campione Johny Hendricks, Jorge Masvidal, Jake Ellenberger e nientemeno che sull'attuale campione dei pesi medi Robert Whittaker, Thompson è uno degli striker più pericolosi della divisione. Dallo stile tanto elegante quanto letale, sarà interessante vedere come si accoppierà contro un combattente che fa dell'atletismo, della potenza e del counterstriking - caratteristica condivisa dai due - le proprie qualità principali. Till ha dominato Cerrone, si è imposto su Velickovic e ha pareggiato contro Nicolas Dalby. In UFC è a quota 4 vittorie e un pareggio e il suo obiettivo è il titolo dei pesi welter. Ma il Ragazzo Meraviglia ha altri piani.

MMA, UFC: Stephen Thompson mette KO Jake Ellenbergerufc.tv
Stephen Thompson con uno spinning heel kick su Jake Ellenberger, consacrato come uno dei più pericolosi sfidanti al titolo.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.