MMA: Werdum, potenziale violazione delle norme anti-doping USADA

Fabricio "Vai Cavalo" Werdum è stato avvisato di una potenziale violazione delle norme USADA. L'ex campione UFC dichiara di non aver assunto sostanze stupefacenti.

MMA, Wersum in gabbia mmamania.com

44 condivisioni 0 commenti

di

Share

A quanto pare l'ex campione UFC Fabricio Werdum ha fallito il primo test USADA nella sua carriera. UFC ha annunciato ieri che a Werdum sarebbe stata notificata una potenziale violazione delle norme anti-doping. Il tutto sarebbe riconducibile a un campione del 25 aprile, che fa fede a un test out-of-competition avvenuto un mese dopo il match contro Alexander Volkov, terminato con una vittoria di quest'ultimo.

Werdum si è premurato di rilasciare tramite Instagram una dichiarazione nella quale spiega che si tratterebbe di un'incomprensione e che sia lui, che UFC, che il manager Ali Abdelaziz starebbero lavorando per far luce su tutta la faccenda. Werdum avrebbe dovuto affrontare Aleksei Oliynyk a UFC FN 136 nel mese di settembre, primo evento che UFC terrà in Russia.

La sconfitta contro Volkov interruppe una serie di due vittorie consecutive da parte del fighter brasiliano. Nella speranza di riottenere una chance titolata, come aveva dichiarato anche a noi di FOX Sports qualche mese fa, Werdum ha ottenuto un parziale di 3 vittorie e 2 sconfitte da quando venne sconfitto da Stipe Miocic, a tutt'oggi ancora campione dei pesi massimi UFC.

Fala galera Fui pego de surpresa com a notícia de que um dos exames colhidos pela USADA em abril deu positivo para uma substância proibida. Me coloquei à disposição da USADA e do UFC e estou trabalhando com a minha equipe para entender o que aconteceu. Eu sempre fui muito cuidadoso com tudo o que eu tomo e sempre apoiei o esporte limpo. Vocês podem ter certeza de que vamos esclarecer esse mal entendido e espero em breve poder voltar a fazer o que eu amo, que é lutar. ➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖➖ Hey guys, I got up this morning to the news that one of my urine samples from April tested positive for a prohibited substance. I am working with my team, the UFC and USADA to understand what happened. I’ve always been careful with everything I take and I’ve always supported a clean sport. We will work hard to solve this misunderstanding and I hope soon to be able to go back to the octagon and do what I love

A post shared by Fabricio Werdum 🥇 (@werdum) on

MMA, Werdum avvisato di una potenziale violazione delle norme anti-doping, fuori momentaneamente da UFC FN 136

Il quarantenne brasiliano ha rilasciato la seguente dichiarazione su Instagram:

Salve ragazzi, mi sono alzato questa mattina con la notizia che nel campione delle mie urine di aprile sono state rinvenute delle sostanze proibite. Sto lavorando insieme al mio team, ad UFC e ad USADA per capire cos'è successo. Sono sempre stato scrupoloso con tutto ciò che assumo e ho sempre supportato lo sport pulito. Lavoreremo sodo per risolvere quest'incomprensione e spero di essere reintegrato presto per tornare nell'ottagono a fare ciò che amo.

I casi nei quali USADA ha rivisto le proprie decisioni data la non colpevolezza o parziale colpevolezza degli atleti sono pochissimi. Due su tutti, i casi Yoel Romero e Tim Means, nei quali gli atleti erano inconsapevoli poiché sulla scatola del prodotto assunto non vi era indicazione della sostanza vietata da USADA. Adesso si attende di conoscere il risultato del campione B e, nel caso di conferma della violazione, della decisione di USADA.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.