Calciomercato, i dubbi del Chelsea per la panchina fra Conte e Sarri

Nodo allenatore per i Blues: il sostituto del leccese dovrebbe essere l'ormai ex tecnico del Napoli. Mentre i problemi di Abramovich complicano la situazione.

312 condivisioni 0 commenti

di

Share

Negli ultimi giorni è scoppiato un vero e proprio terremoto sulle panchine di molte grandi squadre europee: il Paris Saint-Germain ha presentato ufficialmente Tuchel, l'Arsenal ha dato l'annuncio dell'arrivo di Emery e soprattutto Carlo Ancelotti pare essere a un passo da diventare il nuovo tecnico del Napoli.

L'inattesa accelerata di De Laurentiis per portare in Campania l'ex allenatore del Bayern Monaco è di fatto un saluto definitivo a Maurizio Sarri che lascerà il club partenopeo dopo 3 ottime stagioni al San Paolo.

Adesso il grande interrogativo riguarda il futuro del 59enne napoletano: le voci di calciomercato più insistenti lo avvicinano alla panchina dello Zenit e a quella del Chelsea. La squadra londinese però deve prima risolvere il nodo legato al futuro di Antonio Conte.

Maurizio SarriGetty

Calciomercato Chelsea, la panchina divisa fra Conte e Sarri

La situazione in casa Chelsea è decisamente movimentata in questi giorni, non soltanto per quanto riguarda il calciomercato: il 1° aprile il presidente Abramovich ha lasciato il Regno Unito prima della scadenza del suo visto d'ingresso e dato il giro di vite dovuto ai tesi rapporti diplomatici fra Gran Bretagna e Russia di questo periodo, il permesso per il magnate (forse visti anche gli stretti rapporti con Putin) non è stato ancora rinnovato.

Un pensiero in più per il primo dirigente dei Blues, che deve risolvere il nodo legato alla panchina del club londinese. L'addio di Antonio Conte sembra ormai certo, anche perché vista l'assenza di Abramovich il club è gestito dalla sua collaboratrice Marina Granovskaia il cui rapporto col tecnico leccese è decisamente problematico. Avanza quindi la possibilità del licenziamento dell'ex ct azzurro e secondo la Gazzetta dello Sport questa strada potrebbe portarlo anche a prendersi un anno di pausa in cui incasserebbe comunque lo stipendio di oltre 10 milioni di euro.

Il passo successivo sarebbe quello di trovare il sostituto sul calciomercato e al momento il nome più caldo è proprio quel Maurizio Sarri che a Napoli sarà rimpiazzato da Ancelotti. L'ex allenatore dell'Empoli avrebbe richieste di ingaggio molto minori rispetto a quelle di Luis Enrique. La spesa per lo spagnolo sarebbe insostenibile insieme a quella eventuale per Conte durante il suo anno sabbatico.

Sarri quindi sembra il prescelto per guidare il Chelsea nella prossima stagione: come ha spesso detto in passato la sua intenzione è quella di tentare un'esperienza all'estero e l'offerta dello Zenit San Pietroburgo non lo convince. In pochi giorni quindi il mondo di Maurizio Sarri potrà letteralmente capovolgersi passando da Napoli al potersi giocare il Community Shield ad agosto contro il Manchester City del suo estimatore Guardiola.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.