Playoff Serie B, quanta Italia 2006: Grosso, Inzaghi e Nesta avversari

Da compagni nella Nazionale campione del mondo in Germania ad allenatori in corsa per un solo obiettivo: la Serie A. Domenica scontro diretto in Venezia-Perugia.

262 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ci eravamo tanto amati. Già, perché vincere una Coppa del Mondo non è storia di tutti i giorni: figurarsi se l'hai fatto con l'Italia 2006, in quella spedizione tedesca circondata dall'ombra di un terremoto calcistico all'orizzonte. Ricordi meravigliosi, ma pur sempre ricordi. Appartenenti al passato. Che ora vanno messi nel cassetto, almeno per 15 giorni: quelli che decideranno i playoff di Serie B. Dove al tavolo delle sei pretendenti siedono ben tre campioni del mondo.

Fabio Grosso, Filippo Inzaghi, Alessandro Nesta. In rigoroso ordine alfabetico: ieri eroi dell'Italia calcistica, oggi allenatori rampanti che sognano di raggiungere la Serie A rispettivamente sulle panchine di Bari, Venezia e Perugia. In comune hanno anche un noviziato in Serie B, campionato al quale sono approdati con percorsi differenti: Grosso nella scorsa estate dopo un triennio sulla panchina della Primavera della Juventus, Nesta da meno di due settimane fa rilevando a Perugia Breda dopo l'esperienza con il Miami FC, Inzaghi rilanciandosi in Laguna e vincendo il campionato di Lega Pro dopo l'apprendistato di lusso con il Milan.

In quel Mondiale giocato e vinto in Germania hanno lasciato segni differenti, ma a loro modo decisivi: Nesta si fermò alla fase a gironi, con lo sfortunato infortunio al muscolo ileo-pettineo che lo mise fuori causa nella partita contro la Repubblica Ceca, lasciando il posto a Marco Materazzi, una delle icone del Mondiale 2006. Per il difensore del Milan si trattò del terzo infortunio in tre coppe del mondo da titolare, dopo Francia '98 e Corea e Giappone 2002. Quello stesso pomeriggio Filippo Inzaghi firmava il 2-0 nel finale, dopo essere subentrato a Gilardino. Quello di Grosso è invece il volto della Coppa del Mondo 2006: avvio in panchina, rigore conquistato contro l'Australia agli ottavi, gol decisivo contro la Germania in semifinale e rigore della vittoria a Berlino contro la Francia.

Coppa del Mondo 2006, la festa di Fabio GrossoGetty Images
Mondiali 2006, Fabio Grosso bacia la coppa nella notte di Berlino

Serie B, playoff mondiali: Grosso, Nesta e Inzaghi avversari per la promozione

Altri tempi, altro calcio, altri ruoli. Eco di un Mondiale in cui i tre protagonisti non furono mai contemporaneamente in campo. Oggi Fabio Grosso, Filippo Inzaghi e Alessandro Nesta sono avversari. In lizza con altre tre concorrenti - in rigoroso ordine di classifica Frosinone, Palermo e Cittadella - per un posto al sole nella lotteria playoff. Che partirà sabato 26 maggio alle 18. Stadio San Nicola di Bari: di fronte la formazione di Grosso, sesta in campionato, contro il Cittadella settimo. Gara secca, da disputare al meglio dei 120 minuti - tempi supplementari inclusi - con due risultati su tre a disposizione per il club che gioca in casa. Apripista di otto spareggi che designeranno l'ultima promossa dalla Serie B dopo l'inarrestabile Empoli e il Parma, abile ad approfittare dell'harakiri del Frosinone contro il Foggia.

Alessandro Nesta e Filippo Inzaghi esultano ai tempi del MilanGetty Images
Alessandro Nesta e Filippo Inzaghi in festa ai tempi del Milan

Ancor più bizzarro il destino che opporrà Filippo Inzaghi e Alessandro Nesta. Ai ricordi mondiali, i due sommano 10 anni da compagni di squadra con la maglia del Milan, dove hanno vinto due Champions League, due campionati di Serie A, due Supercoppe italiane, due Supercoppe europee e una Coppa del Mondo per club. Ma non basta: perché Superpippo e Sandro hanno anche salutato il calcio giocato nello stesso giorno. 13 maggio 2012, Milan-Novara 2-1. Difficile evitare amarcord, necessario farlo. Soprattutto se il calendario playoff ti mette di fronte da avversari in una sfida secca: Venezia-Perugia, quinta contro ottava. Fischio d'inizio domenica 27 maggio alle 20.30, con i lagunari in vantaggio per classifica a fine stagione. Tre campioni del mondo su sei in panchina: mai come quest'anno, i playoff di Serie B si tingono d'azzurro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.