MLS, i suoi LA Galaxy vincono ma Ibrahimovic viene espulso

Tra lo svedese e il campionato nord-americano il rapporto non è cominciato nel migliore dei modi: stavolta la sua squadra conquista la vittoria, ma lui viene allontanato dal campo.

593 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non erano pochi gli addetti ai lavori che ritenevano che un campione di calibro assoluto come Zlatan Ibrahimovic avrebbe fatto sfracelli in un torneo considerato minore come quello della MLS, sensazioni che sembravano aver trovato conferma con l'esordio assoluto dello svedese nel campionato nord-americano, arrivato alla fine di marzo nella vittoriosa rimonta dei suoi Galaxy nel derby di Los Angeles contro il LAFC. 

Un successo conquistato grazie a una spettacolare doppietta dello svedese, appena arrivato dal Manchester United e immediatamente diventato la principale attrazione di un campionato che sembrava essere già diventato una nuova terra di conquista e che invece si è rivelato nelle settimane successive ben più ostico di quanto forse lo stesso Ibra si attendeva. Nelle successive sei giornate di MLS infatti i Galaxy hanno totalizzato una sola vittoria e cinque sconfitte, di cui ben quattro consecutive.

Una striscia negativa impressionante, interrotta ieri con la vittoria in trasferta contro i canadesi del Montreal Impact, la squadra del presidente del Bologna Joey Saputo che è stata piegata 1-0 grazie al gol di Ola Kamara. Un successo importante per la squadra di Sigi Schmid ma che non ha interrotto il periodo negativo della sua stella svedese, a secco da cinque partite e apparso in questo periodo sempre più nervoso: Ibrahimovic anzi è stato espulso verso la fine del primo tempo, lasciando i compagni con un uomo in meno e con il punteggio ancora fissato sullo 0-0.

MLS, periodo negativo per Ibrahimovic: i Galaxy vincono ma lui viene espulso

Quando mancavano meno di cinque minuti all'intervallo, infatti, Ibrahimovic si è trovato ad essere marcato da Michael Petrasso, centrocampista canadese con un passato in Inghilterra: arretrando, questi ha incautamente pestato un piede allo svedese, che per tutta risposta lo ha colpito con uno schiaffo alla nuca. Il pallone era lontano ed entrambi i giocatori sono immediatamente crollati a terra, così all'arbitro Allen Chapman non è rimasto altro da fare che rivedere l'episodio al VAR.

Constata la dinamica dell'azione, il direttore di gara ha ammonito Petrasso e non ha potuto fare altro che allontanare dal campo con un cartellino rosso Ibrahimovic, che da atteso protagonista della MLS sta diventando sempre più un oggetto misterioso: quanto accaduto è infatti soltanto l'ennesimo episodio di nervosismo di cui lo svedese si è reso protagonista, preceduto dalle urla ai compagni colpevoli di servirgli male il pallone e da un gesto simile a quello effettuato su Petrasso, una gomitata a gioco fermo ai danni di un avversario durante la gara persa due settimane fa contro Houston Dynamo per cui era stato graziato dall'arbitro.

Stavolta non è andata bene a Ibrahimovic, che ha collezionato il primo cartellino rosso da quando è in America e soprattutto l'ennesima serata da dimenticare da quando è sbarcato a Los Angeles, la città che calcisticamente si sarebbe dovuta prostrare ai suoi piedi e che invece è riuscita a tornare alla vittoria proprio dopo il suo allontanamento dal campo. Sarà un caso, ma chi gestisce gli interessi dei Galaxy, forse, qualche domanda comincerà a farsela.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.