Francia '98, Platini: "Aumentate possibilità finale Francia-Brasile"

L'ex co-presidente del Comitato Organizzatore del Mondiale ha ammesso un trucchetto nella composizione dei gironi: "Quella finale era il sogno di tutti".

3k condivisioni 0 commenti

di

Share

Un "aiutino" in sede di sorteggio per fare in modo che le possibilità di una finale tra Francia e Brasile potessero aumentare: è quanto rivelato a 20 anni dal Mondiale giocato in casa nel 1998 da Michael Platini, ex numero 1 dell'UEFA e co-presidente insieme a Fernand Sastre del Comitato Organizzatore di Francia '98, in un'intervista rilasciata nel corso della trasmissione France Bleu.

Nel 1997 Brasile e Francia furono le prime due teste di serie scelte nel corso del sorteggio che diede il via alla composizione dei gironi della Coppa del Mondo 1998, la prima a 32 squadre: la nazionale verdeoro terminò nel girone A con Scozia, Norvegia e Marocco, mentre i Bleus furono inseriti nel gruppo C con Sudafrica, Arabia Saudita e Danimarca. Il Brasile chiuse il raggruppamento a 6 punti, la Francia a punteggio di pieno. Ma, ha rivelato Platini, il loro collocamento nel tabellone non fu affatto casuale. Più che uno strappo alla regola, considerando che la FIFA imponge che i gruppi dei Mondiali di calcio siano decisi dalla sorte:

In sede di organizzazione del calendario, abbiamo adottato un piccolo trucco. Così facendo, se il Brasile fosse terminato primo nel suo girone e noi avessimo chiuso al primo posto il nostro gruppo, le due squadre non avrebbero potuto incrociarsi se non in finale.

Un'ammissione in piena regola, quella dell'ex fantasista della Juventus e numero 1 del calcio europeo come presidente UEFA dal 2007 al 2016. I due raggruppamenti con Francia e Brasile in gioco si rivelarono i meno combattuti tra gli otto ai nastri di partenza della Coppa del Mondo 1998. Come da previsioni e auspici del Comitato Organizzatore: è quello che traspare dalle parole di Platini.

Francia-Brasile in finale, quello era il sogno di tutti.

Michael Platini, dichiarazioni choc su Francia 1998Getty Images
Michael Platini, dichiarazioni choc su Francia '98 dell'ex presidente UEFA

Mondiali Francia '98, Platini choc: "Non ci siamo annoiati durante l'organizzazione..."

Se la finale della Coppa del Mondo 1998 tra i padroni di casa allenati da Jacquet e il Brasile di Zagallo fosse davvero il sogno di tutti, non potremo mai saperlo. Che fosse però più di una speranza per il Comitato Organizzatore di quei Mondiali o di una parte di esso appare però più che probabile dalle dichiarazioni di Michael Platini.

Non ci siamo annoiati durante i sei anni trascorsi nell'organizzazione della Coppa del Mondo. Ma credete che gli altri non abbiano fatto cose simili prima?

La notte del 12 luglio a Parigi, con la vittoria per 3-0 della Francia trascinata da Zinedine Zidane, mise di fronte due delle principali espressioni del calcio mondiale. La Francia, dopo il primato nel girone, superò nell'ordine il Paraguay nei tempi supplementari, l'Italia ai calci di rigore e la Croazia. Il Brasile si sbarazzò invece di Cile, Danimarca e dell'Olanda ai rigori in semifinale. Sul loro percorso, oggi, le parole di Michael Platini gettano però piccole ombre.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.