MotoGP, Valentino Rossi: "Sogno il decimo mondiale prima del ritiro"

In un'intervista rilasciata al canale BT Sport, il fenomeno di Tavullia ha confermato l'intenzione di dire basta nel 2020: "Quello che ho firmato è stato l'ultimo contratto".

477 condivisioni 0 commenti

di

Share

È un momento difficile. Le gare passano, i risultati non arrivano. Troppa gente inizia ad associare la parola ritiro al nome di Valentino Rossi. Lui stesso sa che prima o poi la sua avventura in MotoGP è destinata al capolinea, ma è ancora presto per gettare al vento un sogno chiamato mondiale. Il campionato si era aperto nel migliore dei modi: podio in Qatar e passo veloce, abbastanza per stare vicino a Marquez e Dovizioso.

Poi il fattaccio in Argentina. Rossi che sta conducendo la sua gara, sdraiato dall'irruenza del campione del mondo in carica. L'ennesimo screzio, l'ennesima lite. Stavolta non c'è margine per ricucire. Si è riaperta una ferita troppo dolorosa per essere dimenticata, suturata con dichiarazioni di circostanza che al Dottore non sono piaciute neanche un po'.

E allora ha provato a rispondere in pista. Il quarto posto di Austin e il quinto di Jerez assomigliano a un timido risveglio. Tiepido, soprattutto se consideriamo che nell'ultima gara della MotoGP si sono auto esclusi in tre: Lorenzo, Pedrosa e Dovizioso. In ordine di responsabilità. A Le Mans servirà tutto un altro Valentino Rossi. Lui che sul tracciato francese ha il record di podi ottenuti: ben 12 in carriera. 

Circuito de Jerez,Spain Sunday,Race 📸 @calloalbanese

A post shared by valeyellow46 (@valeyellow46) on

MotoGP, Valentino Rossi conferma: ritiro nel 2020

Il feeling con la M1 non è quello di qualche stagione fa. Poche migliorie arrivate dalla Yamaha e degli pneumatici che non rendono come dovrebbero in caso di temperature elevate. Questi i principali difetti di una moto che non riesce ad assecondare il proprio pilota, il migliore di sempre in MotoGP. Nonostante questo momento di flessione, Rossi continua a credere nel suo sogno:

Vorrei vincere il decimo mondiale prima di ritirarmi. So che sarà un'impresa molto difficile da realizzare, ma ci voglio provare. Mi alleno duramente ogni giorno per questo, lo sto facendo per mantenermi in forma.

Vota anche tu!

Ce la farà Valentino Rossi a vincere il decimo mondiale prima del ritiro?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Gli anni passano e la carta d'identità rema contro. Altri due campionati massimo (oltre quello in corso, ovviamente), prima di togliere il casco e lasciare che la storia continui a celebrare le imprese del Dottore. Nessun ripensamento, nessun passo indietro. Il 2020 sarà l'anno del ritiro:

Quello che ho firmato lo scorso marzo è stato il mio ultimo contratto. È stato difficile per me prendere questa decisione, ma non ce ne sarà un altro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.