Milan: sanzioni UEFA in arrivo, conseguenze anche sul mercato

La decisione del massimo organismo calcistico europeo potrebbe influenzare le strategie della società rossonera.

916 condivisioni 0 commenti

di

Share

C'è grande attesa in casa Milan per l'imminente decisione della UEFA, chiamata ad esprimersi sul settlement agreement nella prossima settimana. Il massimo organismo calcistico europeo, dopo aver respinto il piano di rientro della società rossonera presentato nei mesi scorsi starebbe studiando proprio in questi giorni la situazione dallo scopo di pronunciarsi a campionato finito, decisione che potrebbe inevitabilmente condizionare il futuro economico del club a livello di fair play finanziario.

Se una multa appare inevitabile - dovrebbe aggirarsi intorno ai 20 milioni di euro - saranno invece i paletti che la UEFA porrà a costringere il Milan a studiare a fondo le proprie strategie sia economiche che in fase di calciomercato. Nel primo caso infatti si complicherebbe la già delicata situazione legata al rifinanziamento da parte di Yonghong Li al fondo Elliott, con il club che potrebbe essere costretto ad accelerare la ricerca di nuovi soci finanziatori.

Nel secondo ecco che la società rossonera potrebbe doversi trovare ad operare nell'ormai imminente mercato estivo con molta meno libertà di manovra rispetto a quella avuta un anno fa, quando a Milanello furono spesi oltre 200 milioni per una rifondazione riuscita soltanto in parte, dato che a oggi la squadra allenata da Gattuso ancora non sa se riuscirà a centrare il sesto o il settimo posto: sarebbe Europa in ogni caso, ma il settimo posto costringerebbe il Milan a saltare la ricca tournée estiva per disputare i preliminari di fine luglio.

Gianluigi Donnarumma applaudeGetty Images
A distanza di un anno, Gianluigi Donnarumma potrebbe nuovamente essere protagonista del calciomercato estivo.

Milan, attesa per l'intervento della UEFA

Concretamente, il Milan nella stagione 2018/2019 potrebbe dover operare rispettando i rigidi paletti posti dalla UEFA nell'ottica del fair play finanziario, trovandosi quindi costretto a una cessione eccellente come Suso o Donnarumma. Soprattutto quest'ultimo sembra possa finire sul mercato ad appena un anno di distanza dal complicato e contestato rinnovo con il club, principale indiziato sia per l'alto valore economico del suo cartellino sia per l'importante ingaggio percepito. Non bisogna dimenticare, inoltre, che i rossoneri hanno già bloccato per la prossima stagione lo spagnolo Reina, preso a parametro zero come il terzino Strinic.

Da risolvere anche le situazioni legate ai contratti di Alessio Romagnoli e Patrick Cutrone, in scadenza rispettivamente nel 2020 e nel 2021 e che devono essere rinnovati e adeguati. Le sanzioni UEFA, che non si limiteranno a una semplice multa ma stabiliranno appunto anche dei parametri entro cui operare, potrebbero complicare anche questi piani.

Circola voce che la dirigenza del Milan potrebbe tentare di coinvolgere nelle sanzioni la precedente proprietà, in carica nel momento in cui la situazione si è aggravata: Yonghong Li guarderebbe dunque a Fininvest, che però a suo tempo ha ceduto il club come "pacchetto completo", e cioè con onori e oneri, finanziari, compresi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.