FA Cup, Chelsea-Man Utd: nuovo capitolo del duello Conte-Mourinho

La partita di Wembley, in diretta su Fox Sports sabato alle 18:15, vedrà ancora sfidarsi i due acerrimi rivali. Col leccese che a fine stagione potrebbe lasciare Londra.

92 condivisioni 0 commenti

di

Share

Sabato 19 maggio, Wembley Stadium, ore 18:15 in diretta su Fox Sports, canale 204 di Sky: la finale di FA Cup è un appuntamento imperdibile ogni anno per mille motivi ma la sfida fra Manchester United e Chelsea di questo week-end avrà un significato aggiuntivo.

La partita di Londra infatti sarà la nuova puntata di una rivalità che ha infiammato il calcio inglese nelle ultime due stagioni, quello fra gli allenatori delle due formazioni che si giocheranno la Coppa: José Mourinho e Antonio Conte.

I due tecnici, che in questi due anni non hanno affatto nascosto di non avere un rapporto propriamente idilliaco, si incontreranno a Wembley per cercare di dare un senso alle stagioni delle rispettive squadre. E per scrivere quello che potrebbe essere l'ultimo capitolo del loro duello in Inghilterra.

ConteGetty

FA Cup, la finale fra Manchester United e Chelsea sarà ancora Mourinho contro Conte

Da due allenatori con un carattere focoso come Conte e Mourinho è difficile aspettarsi una rivalità con toni pacati e la scintilla che fece scattare la polemica arriva nell'ottobre del 2016: il Chelsea guidato dal tecnico leccese, appena arrivato in Premier League, travolge il Manchester United per 4-0. L'esultanza dell'ex tecnico juventino è scatenata come al solito, gesto però non gradito dal portoghese che nel momento della classica stretta di mano dopo il fischio finale dice all'orecchio dell'avversario di non aver digerito i suoi festeggiamenti troppo plateali.

Mourinho e ConteGetty

Il capitolo successivo, quello in cui il clima comincia a scaldarsi davvero, arriva nel marzo 2017 quando sono ancora i Blues a trionfare nei quarti di finale di FA Cup. Ma a catturare l'attenzione è lo scontro fra i due allenatori dopo qualche fallo di troppo dei Red Devils. "Play the ball" urlerà Conte a Mourinho, bloccando il cammino in coppa dello United grazie al gol di Kanté.

Hazard è stato preso a calci per 90 minuti, per me questo non è calcio.

Infine si arriva all'inizio di questa stagione, con un'estate fitta di dichiarazioni da entrambe le parti che sanno di dichiarazione di guerra. A iniziare è Conte, che a luglio 2017 dichiara di non voler terminare la sua esperienza al Chelsea con l'esonero come è accaduto a Mourinho, che ha subito risposto alla sua maniera.

Non ho intenzione di perdere i capelli parlando di lui.

Da quel momento la rivalità fra i due è un'escalation senza fine. Più volte i due tecnici si accusano a vicenda di essere ossessionati da ciò che succede in casa dell'altro e Mourinho a gennaio attacca il suo rivale ancora per le sue esultanze eccessive. Stavolta è stato Conte a rispondere come solo il miglior tennista saprebbe fare.

Forse Mourinho si dimentica cosa faceva in passato, penso sia un caso di demenza senile.

Il duello verbale fra i due incomincia ad andare sempre più sul personale, con lo Special One che critica l'ex allenatore della Juventus ricordando i suoi problemi con la giustizia sportiva legati al caso sul calcioscommesse. Il battibecco continua, con intromissioni anche dell'entourage del portoghese, fino alla sfida di Premier League di questo febbraio. Conte e Mourinho ci arrivano quasi esasperati dalle polemiche (forse anche reduci da una tirata d'orecchio da parte delle rispettive dirigenze) e cercano quindi di abbassare i toni, stringendosi la mano prima e dopo il match e sancendo una sorta di tregua.

Mourinho e ConteGetty

Il futuro: sarà questo l'ultimo capitolo?

Sabato però ci sarà in palio l'FA Cup e in queste due stagioni Manchester United e Chelsea si sono incontrate 5 volte, con i Blues che sono usciti vincitori da 3 confronti contro i 2 successi dei Red Devils compreso il confronto in campionato del 25 febbraio.

Conte e Mourinho si incontreranno di nuovo sul prato di Wembley e con tutta probabilità questo sarà il loro ultimo confronto in Inghilterra dato l'addio ormai quasi certo dell'allenatore leccese. Un nuovo capitolo che attende soltanto di essere scritto, nell'attesa magari di incontrarsi l'anno prossimo in Champions League.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.