Mondiali 2018, le sorprese delle preconvocazioni

Germania, Brasile e Argentina hanno diramato le preconvocazioni con alcune assenze di prestigio e nuovi innesti tutti da scoprire. Nei prossimi giorni si giocheranno tutto.

694 condivisioni 0 commenti

di

Share

Gli allenatori delle varie nazionali che saranno presenti ai Mondiali di Russia stanno rendendo noti i preconvocati per la manifestazione che partirà fra meno di un mese. Già molte squadre favorite per la vittoria finale hanno consegnato la loro lista dando anche un'idea degli uomini su cui voler puntare.

Gli allenatori di Germania, Argentina e Brasile sono stati fra i primi a rendere pubbliche le loro scelte con alcune piccole sorprese per quel che riguarda le assenze, mentre alcuni nomi nuovi hanno creato interesse su calciatori di cui poco si parla in ambito internazionale.

Adesso è tutto nelle mani di questi calciatori, i quali hanno avuto una grande opportunità e dovranno coglierla al volo. Ecco alcuni dei nomi più interessanti che si giocheranno tutto nei prossimi giorni per entrare nella lista dei 23 convocati definitivi.

La Germania va ai Mondiali senza Gotze e con tanto Bayern Monaco

Quando la DBF, la federazione calcistica tedesca, ha diramato la lista dei preconvocati ancora molti speravano che l'uomo che ha segnato il gol vittoria del Mondiale 2014 venisse incluso. Invece Mario Gotze insieme ad un altro eroe "brasiliano" André Schurrle sono fuori, mentre da seguire con attenzione sono soprattutto tre nuovi nomi. Il primo è quello di Jonathan Tah, difensore centrale imponente e classe 1996. Molti pensano sia la copia di Boateng ma le ultime prove del difensore del Bayern Monaco danno qualche speranza al centrale del Bayer Leverkusen.

Il secondo nome è Julian Brandt il quale, senza Gotze e con Ozil verso la fine della sua carriera in nazionale, può giocarsi con Draxler la concreta possibilità di diventare il nuovo numero 10 a cui la Germania si affiderà in futuro. E infine Nils Petersen, centravanti del Friburgo con ottimo fiuto del gol e capocannoniere alle ultime Olimpiadi di Rio 2016. Tra i 23 potrebbe esserci anche Marco Reus, finalmente sano e non infortunato prima di una competizione con la Nazionale. Scegliere per Loew è sempre, per sua fortuna, difficile.

L'Argentina guarda avanti: in lista Pavón, Martinez, Tagliafico e Dybala

Sampaoli non ha scontentato praticamente nessuno in questa prima scrematura per i Mondiali, convocando più o meno tutti i papabili e presentando una lista di 35 calciatori. La lista finale è molto probabilmente già fatta e potrebbero cadere teste importanti, ma sono da sottolineare gli innesti di giovani di calciatori da testare. In difesa c'è attesa per Nicolàs Tagliafico, laterale sinistro dell'Ajax che ha grandi capacità nel fare anche la fase di regia.

Tite del Brasile consegna la lista definitiva e scarica Alex Sandro

A differenza di Sampaoli, Tite, allenatore del Brasile, ha consegnato già la lista con i 23 nomi definitivi. La grande sorpresa è l'assenza dello juventino Alex Sandro sostituito dal terzino del Corinthians Fagner, il quale ha pianto davanti alla televisione insieme alla famiglia nel momento delle convocazioni.

Fagner non è più giovanissimo, essendo un classe 1989 ed ha avuto una carriera molto strana, partita con squilli di tromba al Corinthians e poi appannatasi al PSV Eindhoven e Wolfsburg. Il ritorno al Corinthians è stata la molla per farlo ritornare ad alti livelli e la convocazione sua e del portiere Cassio premiano il lavoro dell'allenatore del Timao, Fabio Carille.

I Mondiali di Russia 2018 si avvicinano ed è tempo per tutti gli allenatori di fare le ultime scelte. Fra sorprese, delusioni e gioie immense ci aspettano giorni molto intensi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.