L'Holstein Kiel sfida il Wolfsburg: vuole la prima promozione in Bundesliga

Il club non ha mai giocato in Bundesliga, la scorsa stagione era ancora in terza serie. Eppure nel 1912 si laureò campione di Germania.

L'Holstein Kiel potrebbe salire in Bundesliga: basta battere il Wolfsburg Rotenburger

464 condivisioni 0 commenti

di

Share

Una cenerentola, una debuttante, un'esordiente. Dall'anno prossimo in Bundesliga potrebbe esserci una nuova squadra. Nuova, sì, perché ancora non c'è mai stata. Fermi però: prima deve sbranare i Lupi del Wolfsburg nello spareggio (appuntamento a giovedì 17 maggio alle 20.30 su Fox Sports, canale 204 di Sky). L'Holstein Kiel ci crede. Questa è pur sempre la miglior stagione della sua storia.

Perché l'Holstein Kiel (prende il nome dalla regione e dalla città di appartenenza, un po' come in Italia esistesse un Liguria Genova o un Lazio Roma) un campionato tedesco lo ha vinto ma era il 1912 e il torneo non era ancora unito né si chiamava Bundesliga. Ora la situazione può cambiare.

Anzi, l'eventuale vittoria contro il Wolfsburg nello spareggio (l'andata giovedì, lunedì il ritorno) può essere importante addirittura dal punto di vista sociologico. Perché può stravolgere le gerarchie sportive in città. Non avendo mai partecipato al massimo campionato nazionale, a Kiel sono altri gli sport che hanno la maggiore. Fino a oggi è sempre stato così. E può essere così fino a lunedì.

Vota anche tu!

Giusto fare lo spareggio fra terza della seconda serie e terzultima della Bundesliga?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Bundesliga, il ritratto dell'Holstein Kiel

Già, il calcio. L'anno scorso la squadra era in terza categoria. Per salire in seconda divisione non è nemmeno riuscita a vincere il campionato, è arrivata seconda. In questa stagione però ecco il miracolo, e la città si è appassionata. Al club, ma anche al calcio. A Kiel, d'altronde, sono sempre stati appassionati di sport: nel 1936 e nel 1972 si è disputata lì la regata olimpica del 1936 e quella del 1972. Molto importante anche la pallamano, il vero sport cittadino: il THW Kiel è la miglior squadra del paese e una delle migliori al mondo. Ora però questo premiato viene insidiato.

I giocatori dell'Holstein KielRotenburger
I giocatori dell'Holstein Kiel

Con 71 gol fatti il Kiel ha il miglior attacco del campionato ed è la migliore neopromossa della storia. I 56 punti conquistati sono quasi un record: solo l'Hoffenheim, venendo dalla terza serie, fece meglio. La forza della squadra non sono i singoli ma il collettivo. Fra i pochi a spiccare c'è Marvin Ducksch. Cresciuto nel settore giovanile del Borussia Dortmund, è in prestito dal St. Pauli e ha vinto la classifica cannonieri con 18 gol. Il vero artefice della cavalcata però è mister Markus Anfang. Curiosamente “Anfang” in tedesco vuol dire inizio. E quando nel 2016 è arrivato a Kiel ha dato effettivamente il via alla grande ascesa del club.

A 43 anni ha dimostrato di essere pronto per grandi palcoscenici dopo i 4 anni passati nel settore giovanile del Bayer Leverkusen. L'unico problema è lo stadio: la DFL sembra intenzionata, in caso di promozione in Bundesliga, a vietare al club di giocare nel proprio stadio perché troppo piccolo (circa 11mila posti, ce ne vogliono almeno 15mila per regolamento). Nello stadio ci sono inoltre appena 2800 posti a sedere (il minimo indispensabile è 8mila). Il settore ospiti è scoperto, in Germania ogni settore deve essere coperto. Il club comunque farà ricorso per ottenere almeno un'autorizzazione speciale per un periodo ristretto. D'altronde per una cenerentola, una debuttante, un'esordiente, un'eccezione si può anche fare.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.