L'albo d'oro della Coppa UEFA e dell'Europa League

Nel suo quasi mezzo secolo di vita, il secondo trofeo più importante d'Europa è stato vinto da undici paesi diversi. Guidano la Spagna e il Siviglia, rispettivamente con 11 e 5 affermazioni.

990 condivisioni 0 commenti

di

Share

Nel 1971 esistevano già da tempo tre importanti competizioni per club a livello europeo: la Coppa dei Campioni, riservata alle squadre vincitrici dei rispettivi campionati, e la Coppa delle Coppe, che invece vedeva competere tra loro quelle compagini capaci di conquistare la rispettiva coppa nazionale. A tutte le altre squadre rimaneva la Coppa delle Fiere, competizione creata per promuovere le città europee ospitanti le fiere commerciali favorite dal piano Marshall che servivano a rilanciare l'economia dopo la seconda guerra mondiale. 

Una competizione calcistica internazionale, toccando certi luoghi, avrebbe favorito ulteriormente la ripresa, dato che già verso la fine degli anni '50 il calcio era lo sport più popolare al mondo. Quando la UEFA assunse la direzione del torneo, appunto nel 1971, questo cambiò nome trasformandosi in Coppa UEFA: sarebbe stato questo l'unico cambiamento significativo apportato dal massimo organismo calcistico europeo, che per il resto mantenne invariata la formula che, dopo il proposito iniziale, presto si era aperta ad ogni tipo di club e che rappresentava di fatto la seconda competizione più importante d'Europa dopo la Coppa dei Campioni.

Si trattava comunque di un trofeo ambito, e fin da subito - complice anche il numero ristretto di partecipanti a quella che sarebbe diventata con il tempo la Champions League - vide alcune tra le più forti e prestigiose squadre continentali darsi battaglia. L'introduzione del coefficiente UEFA nel 1979, e il conseguente obbligo per ogni paese di iscrivere le squadre meglio classificate nel rispettivo campionato, cambiò di poco o niente una formula che funzionava e che appassionava tifosi di tutta Europa. La recente riforma della Champions League, che ha aperto anche a seconde, terze e quarte classificate, ha tolto un po' di appeal alla Coppa UEFA - rinominata dal 2009 Europa League - ma iscriversi a un così prestigioso albo d'oro rimane comunque un grande onore.

Il Tottenham Hotspur festeggia la vittoria della Coppa UEFA 1971/1972Getty Images
Il Tottenham Hotspur festeggia la vittoria della Coppa UEFA 1971/1972, la prima con questo nome: in finale i londinesi hanno superato i compatrioti del Wolverhampton Wanderers.

L'albo d'oro della Coppa UEFA e dell'Europa League

L'Europa League, erede ufficiale della Coppa UEFA, è il secondo torneo più importante d'Europa a livello di club, dopo la scomparsa della Coppa delle Coppe nel 1999, nonché l'ultimo ad aver visto la luce, essendo nato ufficialmente nella stagione 1971/1972. Pur ricalcando nella formula la più antica Coppa delle Fiere, infatti, la federcalcio europea chiarì allora che il torneo non avrebbe ereditato l'albo d'oro del suo predecessore.

Fin dalla sua creazione è sempre stato considerato un trofeo di minore importanza rispetto alla Coppa dei Campioni, fatto reso evidente dal fatto che vi partecipavano le squadre che nei rispettivi campionati erano giunte alle spalle dei vincitori, tuttavia si è sempre trattato di un grande obbiettivo per club molto prestigiosi, come del resto si può evincere dando un'occhiata ai vincitori che si sono susseguiti in una storia che dura ormai da quasi mezzo secolo.

  • 1971/1972 - Tottenham Hotspur
  • 1972/1973 - Liverpool
  • 1973/1974 - Feyenoord
  • 1974/1975 - Borussia Moenchengladbach
  • 1975/1976 - Liverpool 
  • 1976/1977 - Juventus
  • 1977/1978 - PSV Eindhoven
  • 1978/1979 - Borussia Moenchengladbach
  • 1979/1980 - Eintracht Francoforte
  • 1980/1981 - Ipswich Town
  • 1981/1982 - IFK Goteborg
  • 1982/1983 - Anderlecht
  • 1983/1984 - Tottenham Hotspur
  • 1984/1985 - Real Madrid
  • 1985/1986 - Real Madrid
  • 1986/1987 - IFK Goteborg
  • 1987/1988 - Bayer Leverkusen
  • 1988/1989 - Napoli
  • 1989/1990 - Juventus
  • 1990/1991 - Inter
  • 1991/1992 - Ajax
  • 1992/1993 - Juventus
  • 1993/1994 - Inter 
  • 1994/1995 - Parma
  • 1995/1996 - Bayern Monaco
  • 1996/1997 - Schalke 04
  • 1997/1998 - Inter
  • 1998/1999 - Parma
  • 1999/2000 - Galatasaray
  • 2000/2001 - Liverpool
  • 2001/2002 - Feyenoord
  • 2002/2003 - Porto
  • 2003/2004 - Valencia
  • 2004/2005 - CSKA Mosca
  • 2005/2006 - Siviglia
  • 2006/2007 - Siviglia
  • 2007/2008 - Zenit San Pietroburgo
  • 2008/2009 - Shakhtar Donetsk
  • 2009/2010 - Atletico Madrid
  • 2010/2011 - Porto
  • 2011/2012 - Atletico Madrid
  • 2012/2013 - Chelsea
  • 2013/2014 - Siviglia
  • 2014/2015 - Siviglia
  • 2015/2016 - Siviglia
  • 2016/2017 - Manchester United
  • 2017/2018 - Atletico Madrid
Beppe Bergomi alza la Coppa UEFAGetty Images
Con 96 presenze totali Giuseppe Bergomi è il calciatore che ha giocato più gare di Coppa UEFA/Europa League, alzando il trofeo al cielo in tre occasioni.

Vittorie di squadra e per Paese: comanda la Spagna con 10 trionfi

Tra la fine degli anni '80 e per il decennio successivo l'Europa League è stata territorio di conquista quasi esclusivamente italiano: nelle undici edizioni intercorse tra il 1988/1989 e il 1998/1999 la nostra Serie A non solo ha centrato otto trionfi, ma anche cinque secondi posti, quattro di questi conseguenza di finali che erano veri e propri derby tra connazionali.

Anche se l'immaginario collettivo porta dunque a collegare il trofeo all'Italia, la recente sfilza di vittorie ottenuta dal Siviglia ha portato la Spagna ad essere il Paese più presente nell'albo d'oro della competizione. Ed è proprio il Siviglia il club più titolato, potendo vantare ben cinque vittorie - ottenute nel giro di appena dieci anni - di cui ben tre consecutive, un record.

Undici diverse nazioni hanno trionfato almeno una volta nella storia dell'Europa League: tra queste curiosamente mai l'Unione Sovietica, che pur poteva vantare una grande scuola calcistica, né la Francia, che per quattro volte ha raggiunto la finale senza mai però riuscire ad alzare il trofeo. La competizione non ha mai visto trionfare, curiosamente, neanche uno dei club più titolati e amati al mondo, il Barcellona, incapace persino di raggiungere l'ultimo atto a differenza dei concittadini dell'Espanyol, sconfitti nel 1988 dal Bayer Leverkusen e nel 2007 dal Siviglia. Stesso discorso per il Milan, con l'Inter che invece ha trionfato in tre occasioni.

Vittorie di squadra

  • Siviglia - 5
  • Inter - 3
  • Juventusì - 3 
  • Liverpool - 3
  • Atletico Madrid - 3
  • Borussia Moenchengladbach - 2
  • Feyenoord - 2
  • IFK Goteborg - 2
  • Parma - 2
  • Porto - 2
  • Real Madrid - 2
  • Tottenham Hotspur - 2
  • Ajax - 1
  • Anderlecht - 1
  • Bayer Leverkusen - 1
  • Bayern Monaco - 1
  • Chelsea - 1
  • CSKA Mosca - 1
  • Eintracht Francoforte - 1
  • Galatasaray - 1
  • Ipswich Town - 1
  • Manchester United - 1
  • Napoli - 1
  • PSV Eindhoven - 1
  • Shakhtar Donetsk - 1
  • Schalke 04 - 1
  • Valencia - 1
  • Zenit San Pietroburgo - 1

Vittorie per Paese

  • Spagna - 11
  • Italia - 9
  • Inghilterra - 8
  • Germania - 6
  • Olanda - 4
  • Portogallo - 2
  • Russia - 2
  • Svezia - 2
  • Belgio - 1 
  • Turchia - 1
  • Ucraina - 1
Pulman del Siviglia che festeggia la vittoria nell'Europa League 2016Getty Images
Il Siviglia è il club che ha vinto più volte il torneo: 5 trionfi arrivati tra il 2006 e il 2016 tra cui tre consecutivi.

Curiosità e statistiche sulla competizione

  • La città ad aver vinto più volte la competizione è Siviglia, che grazie alla squadra guidata nel recente passato anche da Vincenzo Montella ha conquistato la coppa in 5 occasioni. Una serie di vittorie che ha permesso al capoluogo andaluso di superare metropoli come Madrid, ferma a 4, e Londra, Torino e Milano con 3.
  • Nella classifica perpetua della competizione, che assegna due punti per ogni vittoria e uno per il pareggio, è l'Inter a sovrastare tutte le altre compagini con 221 punti, frutto di 89 vittorie e 43 pareggi su 181 gare disputate in totale. I nerazzurri si trovano davanti a Sporting Lisbona e Club Bruges, che hanno totalizzato rispettivamente 198 e 196 punti. Soltanto 11esimo il Siviglia, che ha vinto il trofeo in 5 occasioni ma ha totalizzato "appena" 98 punti.
  • Il Club Bruges è la squadra che vanta il maggior numero di partecipazioni consecutive al trofeo: i belgi prendono parte all'Europa League ininterrottamente dall'edizione 1996/1997.
  • Al 957esimo e ultimo posto della classifica perpetua si trova il Club Esportiu Principat, che ha partecipato a 3 edizioni del torneo giocando appena 6 gare: i rappresentanti di Andorra hanno sempre perso, segnando un solo gol e incassandone ben 49!
  • Il giocatore con più presenze nella competizione è l'italiano Giuseppe Bergomi, che con l'Inter ha giocato in tutto 96 partite senza mai andare a segno. Tra i giocatori in attività il primo è Pepe Reina, al nono posto in classifica con 68 presenze.
  • Il miglior marcatore nella storia della Coppa UEFA/Europa League è lo svedese Henrik Larson, capace di segnare 40 gol in 56 partite con le maglie di Feyenoord, Celtic e Helsingborg. Tra i calciatori in attività il primo è Radamel Falcao, 31 reti totali. Miglior goleador italiano è Alessandro Altobelli, 25 reti realizzate con le maglie di Inter e Juventus.
  • Falcao è il detentore del record di gol segnati in una singola edizione: nell'Europa League 2010/2011, giocata e vinta con la maglia del Porto, realizzò ben 17 reti. Il colombiano fu capocannoniere anche nell'edizione successiva, risultando il primo nella storia a riuscire in questa impresa per due stagioni consecutive.
  • I calciatori che hanno vinto più volte il torneo sono lo spagnolo José Antonio Reyes e il portoghese Beto con 4 trionfi a testa.
  • Per ben 9 volte la finale è stata un derby tra due squadre della stessa nazione: per 4 volte questo è accaduto all'Italia, per 3 alla Spagna e una volta a testa a Germania e Inghilterra.
  • La Francia nell'edizione 1997/1998 riuscì ad iscrivere ben 7 squadre, un record: a Strasburgo, Metz, Nantes e Bordeaux si aggiunsero Auxerre, Lione e Bastia, vincitrici dell'Intertoto.

N.B.: dati raccolti dal sito ufficiale della UEFA e che comprendono anche i turni preliminari

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.