Sporting Lisbona, giocatori picchiati con mazze di ferro dagli ultras

L'ira degli ultras è scattata dopo la sconfitta con il Maritimo. Punti di sutura alla testa per Bas Dost, ora alcuni giocatori chiedono la rescissione del contratto.

463 condivisioni 0 commenti

di

Share

Una violenza inaudita, un episodio assurdo: in Portogallo la follia degli ultras si è scagliata contro i giocatori dello Sporting Lisbona. Tutto parte dal campo: Bas Dost e compagni, a causa della sconfitta contro il Maritimo nell'ultima giornata di campionato, hanno chiuso la stagione la squadra al terzo posto. Niente Champions League dopo un'annata decisamente deludente. E questo non è andato giù a 50 tifosi.

La furia dei supporter ha colpito tutti: giocatori e staff tecnico, come riporta A Bola, sono stati sorpresi nella Sporting Academy e aggrediti con mazze di ferro da 50 persone incappucciate. Ad avere la peggio sono stati l'allenatore Jorge Jesus e il suo secondo Raul José, Acuna, Rui Patricio, William Carvalho, Misic, Battaglia e Bas Dost. Per quest'ultimo sono stati necessari punti di sutura alla testa. 

Immagini assurde, che col calcio non c'entrano davvero niente. Anzi: lo rovinano. Il lato orribile e insensato che emerge e chiama sangue. In Portogallo, nel centro di allenamento dello Sporting Lisbona, è andata in scena un'aggressione a pieno titolo contro persone la cui colpa era solo quella di aver perso una partita. Di nuovo: Follia.

Follia ultras, la risposta dello Sporting Lisbona: "Questo non ha nulla a che fare con la società"

Nel tardo pomeriggio è arrivata la risposta dello Sporting Lisbona attraverso un comunicato ufficiale:

Ripudiamo con veemenza quanto è accaduto non possiamo tollerare in alcun modo atti di vandalismo e le aggressioni a giocatori, allenatori e componenti dello staff del club, sono episodi e atti criminali che non hanno nulla a che fare con la società. Lo Sporting non è e non può essere questo. Prenderemo tutte le misure necessarie per individuare i responsabili e far sì che vengano puniti come meritano

I giocatori, però, adesso non si sentono al sicuro. Di più: stando alle ultime indiscrezioni, alcuni di loro avrebbero già comunicato la loro intenzione di rescindere il contratto. Domenica è in programma la finale di Coppa Nazionale contro l'Aves, ma i calciatori dello Sporting Lisbona potrebbero decidere di non scendere in campo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.