Iniesta, futuro ancora incerto: "Devo decidere tra Cina e Giappone"

Lo spagnolo spera di comunicare la sua decisione entro la prossima settimana. E ha detto che Guardiola gli ha mandato qualche messaggio...

572 condivisioni 0 commenti

di

Share

Iniesta è lì, nel mezzo. In bilico tra un presente che sta per diventare passato e un futuro ancora da decidere: dopo 22 anni, Don Andrés lascia il Barcellona. Destinazione ancora incerta, la direzione però è sicura: Oriente. L'orizzonte in vista, uno sguardo avanti e uno indietro: dai primi passi nelle giovanili ai successi ottenuti con la maglia blaugrana. Una storia indimenticabile.

Lo spagnolo si è raccontato in una lunga intervista a El Transitor, dove ha parlato dei suoi primi anni in blaugrana: La Masía, la scuola di mattina, il pranzo tutti insieme e gli allenamenti nel pomeriggio. La sera, una telefonata a casa. E poi di nuovo sui libri, perché "lo studio è importante per arricchire se stessi". Studio, calcio e ancora studio: Iniesta era destinato a diventare un professore del calcio.

Poi è arrivato l'esordio nell'era Van Gaal ("Un periodo non proprio facile"), il primo gol contro il Levante. Era solo l'inizio di una carriera costellata di successi con il Barcellona e con la Nazionale spagnola. C'è spazio anche per una domanda sul suo ruolo preferito. La risposta? Mezz'ala sinistra, anche se "Il calcio è movimento". Dichiarazioni da professore, da ragazzo studioso e attento. E ovviamente c'è anche spazio per ricordare un gol in particolare:

È successo tutto in pochi secondi, non ho avuto il tempo di pensare a niente

Iniesta, arrivederci al Barcellona: "Un giorno mi piacerebbe tornare"

Iniesta dice addio al Barcellona, il centrocampista si toglie la maglia blaugrana tra lacrime e ricordi. Non può fare altrimenti, Don Andrés: vuole il meglio per il suo club, per il posto che ama, per i colori che ha difeso a lungo. 

Me ne vado perché sento che è giusto farlo: so che a livello fisico e mentale faticherei a dare tutto ciò che ho dato fino a questo momento. Non voglio vivere nessuna situazione spiacevole in questo club

Forse, però, quello al Barcellona è solo un arrivederci: nel futuro di Iniesta potrebbero esserci di nuovo i colori blaugrana. Non più nelle vesti di calciatore, ovviamente. Ma un ritorno è pur sempre un ritorno.

Mi piacerebbe molto tornare. Questa è casa mia: sono qui da quando avevo 12 anni. Vorrei poter continuare a far parte di questo club

Iniesta dice addio al BarcellonaGetty Images

Futuro incerto: "Devo decidere tra Cina e Giappone"

Ok, ma quale futuro attende Iniesta? Direzione Oriente, Don Andrés come Marco Polo: la strada lo porta lontano, fuori dall'Europa, verso campi di gioco che i suoi piedi non hanno ancora calpestato.

Ci sono due scenari: Cina o Giappone. Farò le valutazioni del caso per prendere la decisione migliore. C'è un'opzione che al momento è in vantaggio sull'altra, spero di riuscire a comunicare la mia scelta entro la prossima settimana. Poi mi concentrerò sul Mondiale

E l'ipotesi Manchester City di Guardiola? Erano solo voci di mercato oppure c'era di più? Parola a Don Andrés.

Pep mi ha mandato qualche messaggio, sì, ma non giocherei mai contro il Barcellona. La mia era nel calcio d'elite è stata al Barça

Iniesta, addio al Barcellona: adesso Cina o GiapponeGetty Images

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.