Juventus, Marotta: "Allegri? Dipende da lui. Noi vogliamo continuare"

L'ad bianconero parla del futuro dopo la vittoria dello Scudetto: "Siamo ottimisti, incontreremo Max a breve. Buffon? Decideranno lui e il presidente Agnelli".

118 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il segreto delle tante vittorie della Juventus in questi ultimi anni è il concentrarsi sui nuovi obiettivi subito dopo averne raggiunto uno. È questo il caso anche per questa stagione, chiusa dai bianconeri con la quarta doppietta Scudetto+Coppa Italia consecutiva.

La dirigenza della Vecchia Signora infatti sta già pensando alle strategie future, per riuscire a mantenere la Juventus ad alto livello e magari tentare il definitivo salto di qualità in Europa cercando l'assalto alla Champions League.

Di questo ha parlato uno degli artefici di questo ciclo vincente, l'amministratore delegato Beppe Marotta, che il giorno dopo la conquista matematica del settimo Scudetto consecutivo ha subito messo in chiaro quali sono i piani della dirigenza bianconera per rimanere davanti a tutti, a partire da quelli sulla guida tecnica.

Max AllegriGetty

Juventus, parla Marotta: "Il futuro di Allegri? Dipende da lui"

Marotta ha parlato ai microfoni della trasmissione di Radio Rai "Radio Anch'io lo Sport". Il dirigente juventino ha subito toccato l'argomento che è ormai il più caldo di questi giorni a Torino: il futuro di Massimiliano Allegri.

Allegri è bravissimo a gestire i giocatori, ha fatto un grande lavoro. Il futuro? Il nostro rapporto può continuare, dipende dalle sue sensazioni ma ci incontreremo e da parte nostra c'è ottimismo

Il tecnico livornese quindi potrebbe restare sulla panchina della Juventus per la quinta stagione consecutiva, dopo aver vinto il primo campionato italiano dopo l'introduzione della VAR. Marotta ha parlato anche dell'uso della tecnologia in Serie A.

Era importante vincere anche dopo l'arrivo della VAR, ci siamo detti favorevoli sin dall'inizio anche se non eliminerà mai la totalità degli errori. Va modificato anche il protocollo

Inevitabile qualche domanda sul calciomercato, il vero "ufficio" di Marotta in questi anni. A fine stagione probabilmente ci sarà una rivoluzione nella rosa, legata principalmente all'addio di Gianluigi Buffon che però non è ancora sicuro.

Buffon parlerà col presidente Agnelli per decidere il suo futuro. Vogliamo creare un mix di gioventù e esperienza: Pjaca tornerà e valuteremo con lui, mentre dobbiamo capire il futuro di Mandzukic. Perin? Per ora non ci interessa

Idee chiare per cercare magari di sollevare la Champions League, unico trofeo che manca alla Juventus in questo ciclo glorioso. Che però ha tutti i presupposti per continuare a lungo proprio perché a Torino stanno già pensando alla prossima vittoria.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.