Ufficiale, Mancini rescinde con lo Zenit: ora l'Italia

Il tecnico conclude anticipatamente la sua avventura con il club di San Pietroburgo e presto sarà annunciato come nuovo ct degli Azzurri.

446 condivisioni 0 commenti

Share

Ora è ufficiale. Roberto Mancini ha rescisso consensualmente il contratto che lo legava allo Zenit fino al 2020 e ha rinunciato così a più di 12 milioni di euro (ne percepiva 6 netti a stagione). Dopo una sola stagione il tecnico di Jesi lascia il club russo quinto in classifica e senza aver raggiunto la qualificazione alla prossima Champions League (per la prima volta dopo dieci anni), ora s'appresta a diventare il nuovo ct dell'Italia. 

Guiderà lo Zenit oggi per l'ultima volta contro lo SKA-Khabarovsk, domani potrebbe già essere il giorno giusto per incontrare i vertici della FIGC e mettere nero su bianco un accordo trovato già da diversi giorni. Mancini farà il suo esordio il 28 maggio nell'amichevole contro l'Arabia Saudita, tra i convocato dovrebbe tornare con ogni probabilità Mario Balotelli che ieri ha segnato una doppietta nel 4-1 del Nizza sul Caen.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.