Ufficiale, Mancini rescinde con lo Zenit: ora l'Italia

Il tecnico conclude anticipatamente la sua avventura con il club di San Pietroburgo e presto sarà annunciato come nuovo ct degli Azzurri.

446 condivisioni 0 commenti

Share

Ora è ufficiale. Roberto Mancini ha rescisso consensualmente il contratto che lo legava allo Zenit fino al 2020 e ha rinunciato così a più di 12 milioni di euro (ne percepiva 6 netti a stagione). Dopo una sola stagione il tecnico di Jesi lascia il club russo quinto in classifica e senza aver raggiunto la qualificazione alla prossima Champions League (per la prima volta dopo dieci anni), ora s'appresta a diventare il nuovo ct dell'Italia. 

Guiderà lo Zenit oggi per l'ultima volta contro lo SKA-Khabarovsk, domani potrebbe già essere il giorno giusto per incontrare i vertici della FIGC e mettere nero su bianco un accordo trovato già da diversi giorni. Mancini farà il suo esordio il 28 maggio nell'amichevole contro l'Arabia Saudita, tra i convocato dovrebbe tornare con ogni probabilità Mario Balotelli che ieri ha segnato una doppietta nel 4-1 del Nizza sul Caen.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.