Liga, addio imbattibilità per il Barcellona: il Levante vince 5-4!

Match pazzesco al Ciutat de Valencia: Granotes avanti 5-1, poi la rimonta incompleta dei blaugrana. Triplette per E. Boateng e Coutinho, catalani ko dopo 43 giornate.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Per scoprire cos'è successo nel match tra Levante e Barcellona, faremmo prima a elencarvi quello che non è accaduto. Altrimenti, prendete fiato e immergetevi in una partita totalmente imprevedibile e straordinariamente folle. Al Ciutat de Valencia, i Granotes vincono 5-4: un risultato pirotecnico, ma ancora più incredibile è sapere che i padroni di casa sono stati avanti 5-1 fino al 56'. Per la formazione di Paco Lopez, insomma, una notte da... Barça.

Dopo 43 giornate, s'interrompe così la lunghissima imbattibilità del Barcellona nella Liga: con una sola partita rimasta in calendario, Ernesto Valverde rinuncia così al sogno di essere il primo allenatore a chiudere da imbattuto la Primera Division dal 1932. Il Real Madrid di quell'epoca (in un torneo a sole 10 squadre) mantiene perciò il proprio record solitario.

Sconfitta culé a parte, è soprattutto la serata magica del Levante: in gare ufficiali, i valenciani non battevano i catalani dal gennaio 2004. Ma quella era la Copa del Rey: in campionato avevano vinto una sola volta, nell'ottobre 1964. Anche allora, con un risultato da leggenda: 5-1. Forse era destino che, a infrangere questo tabù, fosse la splendida creatura di Paco Lopez: nelle 10 partite in sella alla panchina del club, l'ex mister della squadra B ha collezionato qualcosa come 8 successi (di cui 5 consecutivi). 

Liga, Barcellona ko dopo 43 giornate: che notte magica per il Levante!

Il nome in copertina, oltre a quello del tecnico 50enne, è senza dubbio anche quello di Emmanuel Boateng: dopo aver realizzato 3 reti in tutto il campionato, l'attaccante ghanese ne mette a segno altrettanti contro il Barcellona. I primi due del match, cioè, al 9' e al 31', fino al gol del 4-1 al 49'. Il classe '96, con un passato nella Primeira Liga portoghese, è addirittura il primo giocatore a infliggere una tripletta ai catalani dal maggio 2005: dobbiamo risalire a Diego Forlan e al 3-3 di fine stagione con il Villarreal.

L'altro grande protagonista del Levante ha un anno in più di Boateng: si tratta di Enis Bardhi. Al Barça, il trequartista macedone classe 1995 ne rifila due: uno a inizio ripresa (al 46') e un altro dopo dieci minuti, per il momentaneo 5-1. Più, non va dimenticato, la traversa centrata con lo specchio spalancato all'11'. In casa Barça, è invece Philippe Coutinho a firmare una partita sontuosa: per il brasiliano è la prima tripletta con la maglia blaugrana.

I suoi gol arrivano al 38' (momentaneo 2-1) e poi uno dopo l'altro al 59' e al 64'. Il 5-4 finale è invece opera di Luis Suarez, che su calcio di rigore (Boateng stende Piqué) realizza il suo 25° centro in questa Liga. Niente da fare per la rimonta, però, con Valverde che non può giocarsi la carta Leo Messi: la Pulga è rimasta a riposo, in vista dell'amichevole di mercoledì in Sudafrica per il centenario della nascita di Nelson Mandela.

Nella notte magica del Ciutat de Valencia, c'è però spazio anche per la standing ovation per Andres Iniesta: al momento del cambio, dai maxischermi dello stadio parte il tributo all'eroe del Mondiale 2010. Un antipasto dell'accoglienza che gli riserverà domenica 20 maggio il Camp Nou, in occasione della sua ultima esibizione con la maglia del Barça. Stavolta però gli applausi maggiori sono per il Levante, l'unica squadra capace di battere i campioni di Spagna in questo campionato.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.