Giro d'Italia, a Montevergine numero di Carapaz! Yates sempre in rosa

Annullata la fuga ad un chilometro dal traguardo. Il giovane ecuadoriano, già in Maglia Bianca, esce dal gruppo e trionfa davanti al Santuario. Cade Froome, ma non molla.

Giro d'Italia, a Montevergine vince Carapaz: Yates sempre in rosa Movistar Team

45 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ottava tappa del Giro d’Italia, secondo arrivo in salita dopo l’Etna. Sul traguardo di Montevergine vince Richard Carapaz, ecuadoriano 24enne della Movistar. Un nome nuovo, ma già Maglia Bianca come migliore tra i giovani.  Scatto che annulla la fuga del mattino, un numero d'altri tempi all'ultimo chilometro che mette fuorigioco anche i big.

Si inizia a fare sul serio per la lotta alla Maglia Rosa. Il bello inizierà domani, con la salita al Gran Sasso che obbligherà i big a muoversi. Prova d'appello per Chris Froome, sfortunato anche oggi, caduto su un tornante. Il britannico della Sky picchia il fianco destro, già segnato dalla caduta a Gerusalemme.

Sorride Carapaz. Prima vittoria al Giro d'Italia per un ecuadoriano: ora bisogna fare attenzione con lui, già da domani. In classifica non cambia nulla: Simon Yates rimane sempre in Maglia Rosa, domani dovrà difenderla con i denti. Può farlo, è tra i più in forma in salita.

Giro d’Italia, ecco Montevergine: salita che si fa sentire

Duecentonove chilometri: da Praia a Mare fino a Montevergine di Mercogliano. Pochissima pianura, tanti strappi e un arrivo in salita che porta al Santuario. Via ad una fuga con 7 corridori, che portano il vantaggio massimo intorno ai 5’. Poi il gruppo inizia a tirare. Piove, e forte. Condizione non ideale per andare via in velocità. La fuga perde terreno e uomini. Alla base della salita finale rimangono in 4 lì davanti: Montaguti, Polanc, Mohoric e Bouwman.

La sfortuna di Froome

Su un tornante, complice l’asfalto bagnato, cade Chris Froome. Una botta sul fianco destro già picchiato a Gerusalemme durante la ricognizione della cronometro. Si rialza subito, i compagni lo riportano in gruppo. Tanta sfortuna per il britannico in questa prima settimana di Giro d'Italia. La Sky si mette davanti con Froome per evitare di correre altri rischi. 

Bouwman continua a pedalare forte, ma dal gruppo è uscito Carapaz. Il giovane (Maglia Bianca) della Movistar, sale con un passo impressionante. Al Santuario, ai 1260 metri, vince lui sotto una pioggia battente. Dal gruppo Maglia Rosa scatta Pinot, ma è tardi: terzo con Formolo secondo. Lingua di fuori per Froome: la sfortuna non lo lascia in pace. E di sicuro il suo stato di forma non è dei migliori.

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.