Diamond League, Shaunae Miller: “Potrei provare l’eptathlon un giorno”

Si accendono i riflettori sulla grande atletica allo Shanghai Stadium, teatro della seconda tappa della Diamond League in onda su Fox Sports sabato 12 maggio dalle 13 alle 15.

Shaunae Mille Getty

28 condivisioni 0 commenti

di

Share

Shanghai è chiamata la città dai due volti. La grande metropoli cinese con i suoi 24 milioni di abitanti presenta molti contrasti. Da un lato gli enormi grattacieli e i centri commerciali, dall’altro gli edifici più antichi della tradizione cinese. Nell’ambito dello sport Shanghai ha dato i natali a due dei più grandi campioni della storia della Cina come il campione olimpico dei 110 ostacoli Liu Xiang e la star del basket NBA Yao Ming.

Shaunae Miller Uibo inizierà la stagione di Diamond League da Shanghai, dove vinse i 400 metri nelle ultime due edizioni. La sprinter bahamense ha parlato dei suoi programmi di questa stagione nella quale difenderà il doppio titolo della Diamond League sui 200 e sui 400 metri conquistato l’anno scorso nelle finali di Zurigo e Bruxelles.

La campionessa olimpica dei 400 metri di Rio de Janeiro 2016 realizzò il record personale sui 200 metri con 21”88 nella finale di Zurigo e bissò il successo la settimana dopo vincendo i 400 metri nella finale di Bruxelles stabilendo la migliore prestazione mondiale del 2017 con 49”46.

Diamond League, Shaunae Miller: “Potrei provare l’eptathlon un giorno”

Shaunae Miller Uibo:

Era la prima volta che disputavo le finali della Diamond League su entrambe le distanze e vincere due diamanti mi ha dato una sensazione fantastica. Non vedo l’ora che arrivi il momento delle finali di quest’anno. Non sento maggiori pressioni ma credo che la nuova formula renda le finali più interessanti ed eccitanti. Ora se si vuole il diamante bisogna vincere le finali di Zurigo e Bruxelles rende tutto più simile ad un campionato. Sarà più entusiasmante per il pubblico

La fuoriclasse delle Bahamas ha aperto la stagione outdoor 2018 vincendo la medaglia d’oro ai Giochi del Commonwealth sui 200 metri in un ottimo 22”09 in una delle gare di maggior livello tecnico della rassegna di Gold Coast in Australia. Il successo in terra australiana si aggiunge ai titoli mondiali sui 400 metri a livello under 20 a Moncton 2010 e a livello under 18 a Lilla 2011, al bronzo ai Mondiali Indoor di Sopot 2014 sui 400 metri, all’argento ai Mondiali di Pechino 2015 sui 400 metri, all’oro olimpico di Rio sui 400 metri davanti a Allyson Felix e al bronzo ai Mondiali di Londra 2017 sui 200 metri.

La finale dei Giochi del Commonwealth è stata una grande competizione. C’erano tante atlete molto forti in gara ed è stato eccitante per me iniziare la stagione con i 200 metri. Quest’anno mi concentrerò maggiormente su questa distanza. Aprire l’anno con 22”09 è un grande risultato per me. E’ stata una grande esperienza e non vedo l’ora del resto della stagione

Shaunae Miller è sposata da un anno con il decatleta estone Maicel Uibo, che in questa stagione ha vinto la medaglia di bronzo ai Mondiali Indoor di Birmingham nell’eptathlon e ha aperto la stagione all’aperto nel decathlon con uno score di 8407 punti ad Athens negli Stati Uniti nell’Aprile scorso. La ventiquattrenne caraibica vorrebbe provare l’esperienza di cimentarsi nell’eptathlon in futuro.

Mi piacerebbe provare l’eptathlon ad un certo punto della mia carriera. Quando ero più giovane, avevo gareggiato nel pentathlon. Ero abbastanza brava in molte delle prove e sarei contenta di poter riprovare in futuro. Il mio allenatore è aperto all’idea e abbiamo svolto del lavoro sulle prove multiple. Potrei provarci prima che finisca la stagione. So che è una specialità molto dura dall’esperienza di mio marito decatleta. Mi piacerebbe provare qualcosa di nuovo in questo anno senza Olimpiadi o Mondiali e divertirmi un po’. Non voglio correre 200 e 400 metri per tutta la mia carriera

Miller Uibo darà vita ad una rivincita degli ultimi Mondiali di Londra con la due volte campionessa del mondo Dafne Schippers e la vice campionessa mondiale dei 100 e dei 200 metri Marie Josée Ta Lou, che ha vinto la prima gara della stagione a Doha sulla distanza più breve stabilendo il record personale di un centesimo di secondo con 10”85. Schippers ha un grande ricordo della Cina, paese dove vinse il primo dei due titoli mondiali della sua carriera sui 200 metri in uno straordinario 21”63, terzo miglior tempo della storia e record europeo. Durante la conferenza stampa l’olandese volante ha spiegato i suoi programmi per la stagione che culminerà con i Campionati Europei di Berlino dal 7 al 12 Agosto. Nella capitale tedesca Dafne proverà a vincere il quarto titolo europeo dopo la doppietta sui 100 e sui 200 metri a Zurigo nel 2014 e l’oro sui 100 metri ad Amsterdam nel 2016.

Dafne Schippers:

Entrambe le distanze sono importanti. Non ho preferenze particolari tra 100 e 200 metri. Correrò entrambe le distanze agli Europei, un evento importante per l’atletica olandese. Anche la Diamond League è importante. Voglio continuare a divertirmi e dare il mio meglio. Mi piace molto gareggiare in Cina e ho un grande ricordo della mia vittoria sui 200 metri ai Mondiali di Pechino. Spero di poter battere ancora il mio record in futuro. Siamo ancora all’inizio della stagione e domani correrò il mio primo 200 metri dell’anno. Normalmente ho bisogno di correre più volte i 200 metri per arrivare al massimo ma sarà un primo passo

Uno dei momenti più emozionanti della storia del meeting di Shanghai avvenne nell’edizione 2012 quando Liu Xiang vinse i 110 ostacoli in 12”97 sotto la pioggia nell’ultima grande gara della sua straordinaria carriera prima di infortunarsi gravemente alle Olimpiadi di Londra. Il campione olimpico e mondiale giamaicano Omar McLeod ha parlato del ruolo di Usain Bolt nell’atletica nel suo paese e dell’ispirazione che la leggenda dello sprint ha avuto sui giovani atleti dei Caraibi.

Omar McLeod:

Usain è stato un grande modello per tanti giovani compreso il sottoscritto e continueremo a sentire la sua mancanza. La gente continuerà a chiedermi di Usain per il resto della mia carriera. Il nostro compito è elevare il ruolo del nostro sport e proseguire il lavoro che ha fatto Usain negli ultimi anni

L’altro piatto forte del meeting cinese è il duello tra Sam Kendricks e Renaud Lavillenie che ha caratterizzato le ultime stagioni del salto con l’asta maschile. Durante la conferenza stampa lo statunitense ha parlato dell’influenza che il suo amico e rivale francese ha avuto sulla sua carriera. Lavillenie ha battuto Kendricks agli ultimi Mondiali Indoor di Birmingham con un salto da 5.90m.

Sam Kendricks:

Ogni volta che gareggio contro Renaud, ho sempre molte cose da imparare grazie anche al forte legame di amicizia che ci lega. Lo scorso anno sono rimasto imbattuto. Nel 2018 siamo 1-1 negli scontri diretti finora disputati. Siamo alla pari. Nel salto con l’asta ci sono stati quattro vincitori diversi nelle ultime quattro grandi rassegne internazionali. E’ una lotta durissima ogni volta che scendiamo in pedana. Non c’è nulla di garantito ma posso promettere una grande gara di salto con l’asta domani. Se volete godervi uno spettacolo, l’appuntamento è sulla pedana del salto con l’asta  

Christian Taylor non vede l’ora di scendere in pista sui 400 metri per cercare di migliorare il suo record personale di 45”17.

Non so come andrà a finire ma sicuramente darò il massimo per cercare di scendere sotto i 45 secondi. Non posso perdere questa grande opportunità

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.