Coppa Italia alla Juventus: in Europa League va anche la settima

In cinque in lotta per tre posti in Europa League: il calendario delle ultime due giornate, scontri diretti con Atalanta e Fiorentina per il Milan.

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

La Coppa Italia numero 13 della storia messa in bacheca dalla Juventus grazie al 4-0 inflitto al Milan all'Olimpico di Roma ha effetti anche sulla graduatoria di Serie A: la vittoria della competizione da parte dei bianconeri, prossimi anche alla conquista del settimo scudetto consecutivo (a Buffon e compagni basterà totalizzare un punto nelle due restanti partite contro Roma e Verona) spalanca infatti le porte della prossima Europa League anche alla settima classificata, che giocherà però tre turni preliminari e avvierà la prossima stagione già a luglio.

In caso di successo del Milan, la garanzia di accedere all'Europa League 2018/2019 sarebbe stata infatti riservata solo alla quinta e alla sesta classificata, con estensione alla settima piazza solo in caso di accesso dei rossoneri nelle prime sei posizioni della classifica di Serie A. Un quadro mutato dalla vittoria dei bianconeri di Massimiliano Allegri, che hanno portato a casa la quarta Coppa Italia di fila.

A 180 minuti dal termine del campionato, i posti a disposizione per partecipare all'Europa League che verrà sono 3: di questi, uno sarà di fatto riservato alla grande esclusa dalla corsa alla Champions League, dove Roma, Lazio e Inter oggi si giocano due posti. Le altre due posizioni saranno contese tra Milan, Atalanta, Fiorentina e Sampdoria, in una lotta che vede i blucerchiati ancora in gioco solo grazie all'aritmetica. Ecco il calendario dei rispettivi impegni negli ultimi due turni di Serie A.

Serie A, in Europa League anche la settima: quattro squadre in lizza per due posti

Fabio Quagliarella, capocannoniere della Sampdoria 2017/2018Getty Images
Fabio Quagliarella, capocannoniere Sampdoria 2017/2018

Sampdoria (nona, 54 punti)

I blucerchiati di Marco Giampaolo sono in gioco più per la matematica che per reale convinzione. La squadra è arrivata al rush finale in debito di ossigeno e di uomini, complici gli infortuni che hanno fermato pedine cruciali come Duvan Zapata, e nelle ultime due partite avrà impegni complicati: prima dovrà ospitare il Napoli, chiamato a vincere per onorare la rincorsa al primo posto, poi sarà ospite di una SPAL a caccia di punti salvezza. Il tutto a -5 dal settimo posto.

Fiorentina in festa per la vittoria sul GenoaGetty Images
Fiorentina in festa per la vittoria di Genova: viola in corsa per l'Europa League

Fiorentina (ottava, 57 punti)

Il successo in rimonta ottenuto sul campo del Genoa ha aggiunto entusiasmo nei motori della Fiorentina, facendo la somma con il secco 3-0 inflitto al Napoli una settimana prima. Chiesa e compagni ospiteranno prima un Cagliari disperatamente alla ricerca di punti salvezza, poi saranno chiamati alla sfida della verità sul campo del Milan: a San Siro, nell'ultimo turno di campionato, potrebbero sfidarsi due formazioni staccate di tre punti, in un incrocio da "dentro o fuori".

Atalanta, l'esultanza di Alejandro GomezGetty Images
Atalanta, l'esultanza di Alejandro Gomez dopo un gol

Atalanta (settima, 59 punti)

La Dea occupa la prima delle tre posizioni utili per l'accesso alla prossima Europa League: confermarsi è la missione degli uomini di Gasperini, già autori in questa stagione di un cammino superiore alle attese nella competizione, fermato solo dal Borussia Dortmund. Sulle ali di una condizione in crescita e della scoperta Barrow i bergamaschi sfideranno prima il Milan in un incrocio che vale la sesta piazza e poi chiuderanno il campionato di Serie A sul campo del Cagliari.

Milan (sesto, 60 punti)

Tornare in Europa, pur se dalla porta secondaria, è l'obiettivo minimo nella stagione del Diavolo, il cui organico è stato oggetto di un ampio restyling nella scorsa estate. Le vittorie su Bologna e Hellas Verona hanno permesso di cancellare il ko interno per mano del Benevento, ma il calendario non è però dei più semplici, con due scontri diretti negli ultimi 180 minuti: prima la trasferta sul campo dell'Atalanta, poi la chiusura in casa contro la Fiorentina. Con due pareggi, la qualificazione sarebbe acquisita. Per gli uomini di Gattuso un rettilineo finale nel quale evitare scivoloni è la parola d'ordine.

La classifica dopo 36 giornate

Questa la classifica Serie A in attesa della 37esima giornata.

  • Juventus 91
  • Napoli 85
  • Roma 73
  • Lazio 71
  • Inter 69
  • Milan 60
  • Atalanta 59
  • Fiorentina 57
  • Sampdoria 54
  • Torino 48
  • Genoa 41
  • Sassuolo 40
  • Bologna 39 
  • Spal 35
  • Chievo 34
  • Udinese 34
  • Crotone 34
  • Cagliari 33
  • Verona 25
  • Benevento 18 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.