Barcellona, Thiago Motta: "Entrai duro su Messi, il padre mi rimproverò"

Il centrocampista italobrasiliano ricorda gli anni trascorsi a La Masia.

1k condivisioni 0 commenti

Share

A fine stagione Thiago Motta svestirà la maglia del PSG e appenderà gli scarpini al chiodo. Nei giorni in cui la sua carriera sta per terminare, il 35enne ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport e ha ricordato i suoi trascorsi al Barcellona, da La Masia fino all'arrivo in prima squadra. Impossibile dimenticare i primi allenamenti con Lionel Messi:

Ricordo che in un allenamento entrai duro su Leo e il padre venne da me per rimproverarmi. Mi disse che ero entrato per far male, la realtà è che quello era l'unico modo per fermare Messi

I primo tempi in Catalogna non furono affatto semplici per il ragazzo di São Bernardo do Campo: 

Chiamavo a casa da una cabina, mentre il mio compagno di squadra Victor Valdes parlava in camera con il cellulare e non mi faceva dormire

In campo capì subito che non gli avrebbero regalato nulla:

Ogni allenamento era una guerra. Appena prendevo palla mi entravano duro. Puyol mi disse di fare altrettanto e così iniziai a farmi rispettare 

Su van Gaal e Iniesta: 

Non era un tipo facile. Se per caso non mettevi la maglietta dentro i pantaloncini non ti faceva allenare. Iniesta invece era un fenomeno già a 14 anni, non aveva paura di nessuno

Infine sul trasferimento all'Inter: 

Stavo per firmare con la Roma perché mi offriva di più, ma Mourinho mi chiamò e mi chiese se ero pronto a fare la guerra. Lui è uno che sa come motivarti

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.