La spaccata volante di Cruyff cambia la storia dei Mondiali

Uno dei gol più belli e importanti della storia dei Mondiali segna una cesura netta. La grande Olanda cambia il calcio e spalanca le porte al futuro.

312 condivisioni 0 commenti

di

Share

Brasile-Olanda nel 1974 era la partita che tutti attendevano e consideravano la finale anticipata dei Mondiali. Da una parte i campioni del mondo in carica, con due, Jairzinho e Rivelino, dei cinque numeri 10 che avevano fatto magie a Messico 1970, dall'altra la nazionale le cui squadre di club in Europa avevano vinto per quattro anni consecutivi con Feyernoord e Ajax.

Era una sorta di resa dei conti perché da una parte c'era il calcio del Brasile tutto fantasia e classe pura dall'altra invece un calcio nuovo in cui fisicità, ritmo e capacità di interpretare in una maniera totalmente innovativa il proprio ruolo erano i principi cardine.

E il più atteso di tutti in questa sfida era il Profeta del nuovo calcio, Johan Cruyff, che da anni era considerato il successore di Pelé come migliore calciatore al mondo. Nella sfida definitiva contro il Brasile toccava adesso a lui dimostrarlo.

Mondiali 1974: Cruyff cambia la storia con un gol che resterà per sempre

L'Olanda arriva all'ultima partita del secondo girone dei Mondiali 1974 come la squadra migliore, per molti imbattibile. Non solo ha vinto contro grandi nazionali come Uruguay e Argentina ma la dimostrazione di forza è stata a tratti imbarazzante. Il Brasile dal canto suo ha iniziato come spesso gli accade in maniera titubante con due 0-0 nel girone iniziale contro Jugoslavia e Scozia, per poi prendere ritmo lasciando liberi di creare i suoi tanti fantasisti. Arrivano allo scontro decisivo del 3 luglio al Westfalenstadion di Dortmund due squadre perfettamente oliate nei diversi meccanismi e in ottimo stato di forma.

Nel primo tempo entrambe le squadre hanno paura. L'Olanda non vuole alzare troppo il ritmo perché andrebbe in finale anche con un pareggio per la differenza reti. Il Brasile aspetta di capire quanto è terribile questa “Arancia meccanica”. Le occasioni migliori sono dei brasiliani Paulo Cesar e Jairzinho, che davanti a Jongbloed sbagliano. A svegliare gli Orange è un fallaccio di Marinho su Jansen lanciato a rete. Da quel fallo in poi la partita cambia.

L'Olanda rientra in campo nel secondo tempo senza più remore e soprattutto risponde colpo su colpo ad ogni provocazione dei brasiliani. Al 5' è già in vantaggio. Cross di Cruyff e gol al volo di Neeskens. Le paure brasiliane diventano realtà. Il Brasile accelera e picchia molto più di prima, l'Olanda sbanda e servirebbe una meraviglia per sedare gli animi più facinorosi. Ed eccola servita: triangolo Rensenbrink-Krol sulla sinistra, cross del terzino che farà grandi cose al Napoli e spaccata volante di Johan Cruyff. Lo stadio è in estasi.

Il gol di Cruyff è di una bellezza stordente per velocità di esecuzione, naturalezza nella coordinazione e capacità di muovere alla perfezione il proprio corpo in aria. Non è un semplice gol che determina una delle partite più importanti della storia dei Mondiali, ma un gesto che segna una cesura netta fra un prima e dopo il miracolo olandese di quegli anni.

La grande Olanda di Rinus Michels sfiora la vittoria dei Mondiali 1974Getty Images
Neeskens segna a Sepp Maier in finale contro la Germania Ovest

La partita continuerà poi con violenze gratuite da parte dei brasiliani ma quel momento dà a tutti la consapevolezza che l'Olanda è il nuovo da seguire. La favola arancione non avrà il lieto fine perché la Germania Ovest, che in quegli anni ha subìto il nuovo calcio olandese ma lo ha anche fatto proprio prima degli altri riempiendolo di pragmatismo, riesce a superare i maestri e vincere una bellissima finale con gol di Breitner e Muller, dopo il vantaggio di Neeskens su rigore. Cruyff nella sua unica partecipazione ai Mondiali non riuscirà ad alzare la Coppa però la bellezza di quel gol al Brasile e i principi dell'Olanda segneranno per sempre il calcio del futuro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.