Coppa Italia, le pagelle di Juventus-Milan: disastro Donnarumma

Serata da incubo per il portiere rossonero che fa due paperei regalando il gol a Douglas Costa prima e Benatia poi (doppietta per lui). Ottima la prova di Buffon.

840 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Coppa Italia è ancora un trofeo della Juventus. I bianconeri, all’Olimpico di Roma, battono il Milan per 4-0. Succede tutto nel secondo tempo: in gol Benatia (doppietta), Douglas Costa e autorete di Kalinic. Peggiore in campo Gigio Donnarumma, che con due papere spiana la strada al successo della banda di Allegri.

I rossoneri non giocano una brutta partita, ma vengono puniti in pochi minuti dalla forza di Dybala e compagni. E soprattutto vengono traditi dal proprio giovane portiere che perde la sfida a distanza con l’anziano Buffon, autore di una prestazione impeccabile.

Quarta Coppa Italia consecutiva per la Juventus, la 13esima della storia bianconera. Altra doppietta Scudetto-Coppa Italia. Per il tricolore manca solo e soltanto la matematica. I bianconeri si confermano ancora la squadra più forte in Italia.

Coppa Italia, le pagelle di Juventus-Milan

Juventus (4-3-3): Buffon 7; Cuadrado 6.5, Barzagli 6.5, Benatia 8, Asamoah 6; Khedira 6.5, Pjanic 6 (dall'87' Marchisio sv), Matuidi 6; D. Costa 7.5 (Dal 73' Bernardeschi sv), Mandzukic 6, Dybala 7 (Dall'83' Higuain sv). All. Allegri

Milan (4-3-3): Donnarumma 4; Calabria 5.5, Bonucci 5, Romagnoli 6, Rodriguez 5.5; Kessié 5.5, Locatelli 5, Bonaventura 6.5; Suso 5.5 (Dal 68’ Borini 5.5), Cutrone 5 (Dal 64’ Kalinic 5), Calhanoglu 5. All. Gattuso.

I migliori

Douglas Costa 7.5

Corre a duemila all’ora. Nel primo tempo è marcato pure da Gattuso che se lo ritrova a due passi dalla sua area tecnica. Sta bene fisicamente, salta quasi sempre l’uomo. Segna il 2-0, è la ciliegina sulla torta di una grande prestazione. Allegri non può più fare a meno di lui.

Benatia 8

È un difensore, si vede quando è sempre puntuale su Cutrone. Non gli fa toccare un pallone. Poi si trasforma in goleador: prima di testa e poi di rapina, soffiando da sotto il naso il pallone a Donnarumma. Colonna portante della squadra che verrà.

Buffon 7

Gioca la sua ultima finale in attesa del ritiro. Reattivo come sempre, dice no in 3-4 occasioni ai giocatori del Milan. Ma soprattutto vince a distanza il duello con il suo successore (forse): il vecchio batte il giovane Donnarumma. La classe cristallina non ha età. Alza al cielo la sua prima Coppa Italia vinta sul campo (prima di lui sempre titolari Storari e Neto). Chapeau.

I peggiori

Donnarumma 4

Belle parate macchiate da due errori madornali. Prima su Douglas Costa, quando prova a bloccare il pallone che gli scivola in porta. L’inizio dell’incubo. Poco dopo si fa beffare da Benatia nell’occasione del 3-0. È giovane, saprà rifarsi. Ma ora è tempo anche di rivalutare il suo cartellino, fin troppo decantato dal suo agente Raiola.

Pjanic 6

Il cervello del centrocampo della Juventus gira poco. Allegri si arrabbia ogni volta che l’ex Roma ha il pallone tra i piedi: non verticalizza, non cambia mai gioco. Anzi, lo rallenta. E sbaglia una marea di passaggi. Ha il merito di tirare i tre calci d’angolo trasformati in gol da Benatia e da Kalinic per l'autogol.

Calhanoglu 5

Dal 10 rossonero ci si aspettava di più. Invece si perde sotto i colpi bianconeri. Gattuso prova ad incitarlo più volte, ma non si accende.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.