Coppa Italia, le pagelle di Juventus-Milan: disastro Donnarumma

Serata da incubo per il portiere rossonero che fa due paperei regalando il gol a Douglas Costa prima e Benatia poi (doppietta per lui). Ottima la prova di Buffon.

840 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Coppa Italia è ancora un trofeo della Juventus. I bianconeri, all’Olimpico di Roma, battono il Milan per 4-0. Succede tutto nel secondo tempo: in gol Benatia (doppietta), Douglas Costa e autorete di Kalinic. Peggiore in campo Gigio Donnarumma, che con due papere spiana la strada al successo della banda di Allegri.

I rossoneri non giocano una brutta partita, ma vengono puniti in pochi minuti dalla forza di Dybala e compagni. E soprattutto vengono traditi dal proprio giovane portiere che perde la sfida a distanza con l’anziano Buffon, autore di una prestazione impeccabile.

Quarta Coppa Italia consecutiva per la Juventus, la 13esima della storia bianconera. Altra doppietta Scudetto-Coppa Italia. Per il tricolore manca solo e soltanto la matematica. I bianconeri si confermano ancora la squadra più forte in Italia.

Coppa Italia, le pagelle di Juventus-Milan

Juventus (4-3-3): Buffon 7; Cuadrado 6.5, Barzagli 6.5, Benatia 8, Asamoah 6; Khedira 6.5, Pjanic 6 (dall'87' Marchisio sv), Matuidi 6; D. Costa 7.5 (Dal 73' Bernardeschi sv), Mandzukic 6, Dybala 7 (Dall'83' Higuain sv). All. Allegri

Milan (4-3-3): Donnarumma 4; Calabria 5.5, Bonucci 5, Romagnoli 6, Rodriguez 5.5; Kessié 5.5, Locatelli 5, Bonaventura 6.5; Suso 5.5 (Dal 68’ Borini 5.5), Cutrone 5 (Dal 64’ Kalinic 5), Calhanoglu 5. All. Gattuso.

I migliori

Douglas Costa 7.5

Corre a duemila all’ora. Nel primo tempo è marcato pure da Gattuso che se lo ritrova a due passi dalla sua area tecnica. Sta bene fisicamente, salta quasi sempre l’uomo. Segna il 2-0, è la ciliegina sulla torta di una grande prestazione. Allegri non può più fare a meno di lui.

Benatia 8

È un difensore, si vede quando è sempre puntuale su Cutrone. Non gli fa toccare un pallone. Poi si trasforma in goleador: prima di testa e poi di rapina, soffiando da sotto il naso il pallone a Donnarumma. Colonna portante della squadra che verrà.

Buffon 7

Gioca la sua ultima finale in attesa del ritiro. Reattivo come sempre, dice no in 3-4 occasioni ai giocatori del Milan. Ma soprattutto vince a distanza il duello con il suo successore (forse): il vecchio batte il giovane Donnarumma. La classe cristallina non ha età. Alza al cielo la sua prima Coppa Italia vinta sul campo (prima di lui sempre titolari Storari e Neto). Chapeau.

I peggiori

Donnarumma 4

Belle parate macchiate da due errori madornali. Prima su Douglas Costa, quando prova a bloccare il pallone che gli scivola in porta. L’inizio dell’incubo. Poco dopo si fa beffare da Benatia nell’occasione del 3-0. È giovane, saprà rifarsi. Ma ora è tempo anche di rivalutare il suo cartellino, fin troppo decantato dal suo agente Raiola.

Pjanic 6

Il cervello del centrocampo della Juventus gira poco. Allegri si arrabbia ogni volta che l’ex Roma ha il pallone tra i piedi: non verticalizza, non cambia mai gioco. Anzi, lo rallenta. E sbaglia una marea di passaggi. Ha il merito di tirare i tre calci d’angolo trasformati in gol da Benatia e da Kalinic per l'autogol.

Calhanoglu 5

Dal 10 rossonero ci si aspettava di più. Invece si perde sotto i colpi bianconeri. Gattuso prova ad incitarlo più volte, ma non si accende.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.