Italia, Mancini nuovo ct: accordo trovato, si aspetta ok dello Zenit

Il tecnico pronto a firmare un biennale da 2 milioni a stagione. Dal 14 maggio sarà a disposizione: ma serve ancora il sì dello Zenit San Pietroburgo.

Italia, Mancini presto nuovo ct

310 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ci siamo, Roberto Mancini è pronto a firmare il suo contratto con la FIGC. Le parti hanno trovato l’accordo, manca solo l’ok definitivo dello Zenit San Pietroburgo, una variabile importante ma che non dovrebbe far saltare il banco. Mancini e la Nazionale sono d’accordo su tutto: taglio dello stipendio effettuato, per lui circa 2 milioni netti all’anno per un biennale.

La Federazione, dopo il disastro Ventura e la mancata qualificazione ai Mondiali di Russia 2018, riparte dal Mancio. Una seconda scelta dopo il no di Carlo Ancelotti, ma un nome sempre nelle teste di Costacurta e Oriali. Il vice commissario della FIGC e il team manager azzurro si sono mossi in prima persona: accordo subito trovato.

Mancini può salutare la Russia il 14 maggio, il giorno dopo la fine del campionato. Dovrà svincolarsi dal club russo evitando la rottura del contratto e la successiva richiesta per danni. I prossimi giorni saranno decisivi.

Italia, Mancini presto nuovo ct della NazionaleGetty Images
Italia-Mancini, ci siamo: dal 14 maggio il via libera

Italia, Mancini è pronto: manca l’ultimo ok

Sia chiaro, la FIGC non vuole tirare fuori un euro per liberare Roberto Mancini dallo Zenit. Ma insomma, filtra ottimismo sulla firma definitiva. Poi si parlerà di staff, con il Mancio intenzionato a portare in quel di Coverciano gente di fiducia. Sono liberi Gregucci (pronto a fare da assistente), Battara (allenatore dei portieri) e Carminati (preparatore atletico). Anche qui sarà una questione di budget. Lunedì 14 maggio potrebbe essere il primo giorno, se tutto dovesse filare liscio, di Mancini a Coverciano. 

L’ultimo scenario

C’è un ct di riserva qualora dovesse saltare la trattativa? Forse. Costacurta e Oriali tornerebbero a puntare su Ranieri. Oppure si continuerà con Di Biagio. Anche sull’allenatore dell’Under 21 ci sono tanti dubbi: tornerà ad allenare i baby, oppure saluterà la Federazione per tentare un’esperienza in un club? Spal, Benevento, Cagliari e Bologna hanno già alzato il telefono. Si vedrà.

Italia, Di Biagio e il suo futuroGetty Images
Italia, Di Biagio e il futuro da scoprire

Gli appuntamenti

Entro il 20-21 maggio il nuovo ct Mancini dovrà diramare la lista dei convocati. All’orizzonte ci sono subito tre test importanti con Arabia, Francia e Olanda. Raduno a Coverciano fissato per il 23 maggio. Ci sarà di sicuro Mario Balotelli, pupillo del tecnico di Jesi. Vuole puntare su di lui. E poi parlerà con Buffon per offrirgli la passerella d’addio a Torino, il 4 giugno, nel match contro gli olandesi.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.