Calciomercato, il Chongqing Dangdai molla Iniesta: futuro in Giappone?

Dopo il dietrofront del club cinese, per Don Andres potrebbe spalancarsi l'ipotesi Giappone: secondo Cadena Ser sarebbe vicino l'accordo con il Vissel Kobe.

678 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non c'è niente di sicuro nel futuro di  Iniesta. Dopo aver detto addio ufficialmente al Barcellona, il calciatore spagnolo si appresta a giocare le ultime partite in maglia blaugrana. Con un grosso punto interrogativo su quello che verrà. La sua carriera non è finita, Andres ha ancora voglia di giocare a calcio e vuole mettere la parola fine in modo degno.

Il primo nome accostato al talento di Fuentealbilla per il prossimo calciomercato è stato quello del Chongqing Dangdai, club cinese che milita Chinese Super League (la Serie A) e che è sotto la guida tecnica di Paulo Bento. Ma nelle ultime ore la società ha emesso un comunicato ufficiale in cui ha spiegato di volersi tirare indietro nella corsa per Iniesta.

Ecco prendere quota le altre piste. Dalla Cina al Giappone: secondo i media spagnoli ci sarebbe stato un inserimento da parte di Hiroshi Mikitani, proprietario del Vissel Kobe, nonché CEO di Rakuten (sponsor ufficiale del Barcellona). Ed è qui che i conti sembrano tornare, allontanando di molto le voci di calciomercato provenienti da Australia e Stati Uniti.

Andres Iniesta con la maglia del BarcellonaGetty Images
Andres Iniesta percepirà 75 milioni di euro in tre anni più 36 grazie al sui vino.

Calciomercato, niente Chongqing Dangdai: Iniesta verso il Vissel Kobe

Più Giappone che Cina nel futuro di Iniesta. Ne è convinta Cadena Ser, l'emittente spagnola che ribadisce l'intesa raggiunta tra il capitano blaugrana e il Vissel Kobe per i prossimi tre anni. Decisiva in questa trattativa di calciomercato l'azione del patron Hiroshi Mikitani, che già durante il fine settimana del Clasico aveva messo le basi per un prossimo affondo. Anche il Barcellona ha fatto la sua parte, aiutando Iniesta a concludere il trasferimento e programmare l'avvenire: creare una Masia con Andres portabandiera.

L'offerta economica è molto simile a quella che era disposta a mettere sul piatto il Chongqing Dangdai: 75 milioni per tre anni (25 a stagione), ai quali se ne aggiungono altri 36 per una parte della produzione vinicola di Iniesta (6 milioni di bottiglie). Il dietrofront del club cinese ha colto tutti di sorpresa, almeno quanto la nota pubblicata sul sito ufficiale diviso in tre punti:

  1. Per quanto riguarda l'arrivo di Iniesta al Chongqing Dangdai Lifan si tratta solo di speculazioni, il club ci tiene a precisare che verranno fatti solo investimenti razionali.
  2. Non è nostra intenzione opporci alla politica di spese della Federazione, né vogliamo stravolgere il mercato.
  3. Iniesta non verrà da noi come giocatore, ma approfondiremo la cooperazione con lui.

Un comunicato che può avere una doppia lettura: da una parte dovuta alle pressioni ricevute dal presidente dello Chongqing Dangdai, dall'altra una chiusura definitiva da parte della società all'arrivo di Iniesta. In questo caso sarebbe già pronto il Vissel Kobe, che ha bruciato la concorrenza e sta per mettere le mani sul tesoro spagnolo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.