Bayern Monaco, Heynckes sgrida Lewandowski: addio a fine stagione?

In Baviera sono stufi degli atteggiamenti dell'attaccante polacco, il tecnico lo riprende pubblicamente: "L'allenatore sono io e le mie scelte vanno rispettate".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Distanza emotiva, priorità diverse. Il rapporto fra il Bayern Monaco e Robert Lewandowski è ai minimi storici. Dopo quattro anni (in nessun club è rimasto di più) potrebbe andarsene nella prossima finestra di calciomercato. Perché in Baviera sono stufi di lui e dei suoi atteggiamenti. E che il polacco stia flirtando con il Real Madrid è risaputo.

L’ultimo spiacevole episodio risale a sabato scorso. Durante la partita di Bundesliga contro il Colonia, Heynckes ha deciso di togliere Lewandowski, in piena corsa per la Scarpa d’Oro. In settimana però il Bayern Monaco ha la finale di Coppa di Germania contro l’Eintracht Francoforte. Bisogna vincere, la priorità per il tecnico è quella.

Evidentemente Lewandowski la vede in maniera diversa. Molto diversa. Perché il polacco, molto criticato nelle ultime settimane perché a secco nelle gare che contavano in Champions League, ha lasciato il campo e non ha dato la mano ad Heynckes. Il tecnico tedesco, come è normale, si è risentito. Perché l’atteggiamento è stato del tutto inappropriato.

Vota anche tu!

Lewandowski è sopravvalutato?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Bayern Monaco, Heynckes sgrida Lewandowski

La scena non è passata inosservata alle telecamere. Anche perché il tecnico del Bayern Monaco ha sgridato pubblicamente l’attaccante polacco, lo ha ripreso puntandogli l’indice contro davanti a tutti. Perché Heynckes fra due partite (una di coppa e una di campionato) tornerà in pensione, ma non per questo i giocatori possono mancargli di rispetto.

Proprio per questo il tecnico del Bayern Monaco ha voluto ribadire ancora il concetto. Perché l’atteggiamento di Lewandowski non gli è piaciuto affatto:

Le sostituzioni al Bayern Monaco le decide l’allenatore. Ogni giocatore deve rispettare le mie scelte. Sono stato attaccante anche io, so che siamo una razza di egoisti. So che Lewy pensa ai gol, so che vuole vincere la Scarpa d'Oro. Ora posso capire la sua reazione ma al momento della sostituzione non ci ho riso su. Il capo sono io, se lo devono ricordare tutti

Distanza emotiva, priorità diverse. Il rapporto fra il Bayern Monaco e Robert Lewandowski sembra destinato a terminare. Prima però c’è una coppa da conquistare. Eventualmente poi si penserà alla Scarpa d’Oro.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.