Terza tappa del Giro d'Italia. Viviani in volata padrone in Israele.

Elia Viviani con una volata di grande forza vince la terza tappa del Giro d'Italia 2018 in Israele. Da martedì iniziano le prime tappe insidiose per gli uomini di classifica

Elia Viviani re dei velocisti al Giro d'Italia 2018 Getty Images

1 condivisione 0 commenti

di

Share

Il Giro d'Italia saluta Israele con una grande doppietta di Elia Viviani, alla seconda vittoria consecutiva ad Eilat in una volata di grande forza nonostante il tentativo di Sam Bennet di stringerlo contro le transenne.

Dopo la vittoria di prestigio del campione del mondo a cronometro Dumoulin è stato l'olimpionico Elia Viviani, campione dell'Omnium a Rio 2016, a vincere seconda e terza  tappa del Giro d'Italia partito da Israele.

Adesso la corsa rosa si trasferisce in Italia riprendendo martedì dalla Sicilia e subito ci saranno tappe insidiose in cui gli uomini di classifica dovranno faticare per tenere le posizioni.

Elia Viviani si prende il Giro d'Italia in Israele. Seconda vittoria con una volata imperiosa.

L'intera tappa si è sviluppata intorno alla coraggiosa fuga di tre corridori di seconda fascia, Enrico Barbin (Bardiani Csf), Marco Frapporti (Androni Sidermec), Guillame Boivin dei padroni di casa dell'Israel Cycling Academy i cui corridori hanno movimentato le due tappe in linea in questa tre giorni israeliana. I tre sono stati coraggiosi non solo perché si sono lanciati in fuga dal primo chilometro di gara ma anche perché hanno attraversato da soli, facendo grande fatica, il Deserto del Negev dove il vento creava ancora più difficoltà. 

Dai -30 km le squadre dei velocisti hanno aumentato il ritmo e la fuga è terminata ai -6 km dopo più di 220 km in fuga. La squadra di Viviani, la Quick Step, ha creato un buon treno ma ai -700 metri ha perso proprio Viviani rimasto chiuso. Ma il velocista veneto è stato perfetto, come ieri, a saltare sulla ruota di chi si lanciava per primo all'attacco per poi superarlo ai 100 metri dall'arrivo. A niente per fortuna è servito il tentativo di Bennet di chiudere Viviani contro le transenne. 

Si riparte martedì da Catania con una tappa molto nervosa e un arrivo a Caltagirone in cui può succedere davvero di tutto. Gli uomini di classifica devono essere molto attenti e non è esclusa una loro azione per provare la gamba e la reattività degli avversari principali.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.