MotoGP, Dovizioso: "Il secondo posto era mio, mi girano parecchio"

Dopo l'incidente che gli è costato la gara, il pilota della Ducati ha commentato la caduta causata dal contatto tra Pedrosa e Lorenzo: "Colpa di Dani, Ducati strepitosa".

Dovizioso e Lorenzo Twitter

495 condivisioni 0 commenti

di

Share

La vittoria di Marquez da una parte, la caduta di Dovizioso, Lorenzo e Pedrosa dall'altra. Le due facce della MotoGP: una che ride, l'altra triste lo zero in tabella. Una prestazione superlativa macchiata da un incidente che non è dipeso da lui. Nessuna colpa per il forlivese. Dani entra forte, Jorge chiude la curva: la frittata è fatta.

I due spagnoli vanno giù, trascinando con loro l'incolpevole italiano. E mentre Marquez mette in cascina altri 25 punti per il trionfo (mai in discussione) a Jerez, per la prima volta in stagione Dovizioso esce senza. Un duro colpo per la classifica: ora sono 24 i punti che separano i due (70 vs 46). 

A sorridere in questo turno di MotoGP sono Zarco e Iannone, bravi a sfruttare la triplice caduta davanti a loro e portare a casa un podio insperato. La loro gioia nel post gara è tangibile, almeno quanto la delusione del box Ducati.

MotoGP, la rabbia di Dovizioso: "Mi girano le pa**e"

Nonostante la caduta, Dovizioso ha cercato di analizzare la gara in modo lucido. Gli incidenti fanno parte della MotoGP e il pilota della Ducati cerca di focalizzarsi sulle buone sensazioni e sul feeling con la moto. Queste le sue dichiarazioni nel parco chiuso di Jerez:

Avevamo fatto tutto bene, questo episodio sfortunato non ci voleva. Perdere 20 punti in un colpo solo fa arrabbiare, avevo il secondo posto in pugno. In un mondiale così non te lo puoi permettere, mi girano parecchio.

Dovizioso poi è entrato nello specifico dell'episodio che ha determinato la sua gara. Difende il suo compagno di scuderia e se la prende con il pilota della Honda:

Dani è entrato molto veloce e lui ha la colpa più grossa perché arrivando da dietro puoi gestire la situazione. Jorge invece era largo ed è rientrato, non ha visto Dani ma non si è nemmeno preoccupato. Nonostante questo avevo un passo strepitoso, arriviamo a Le Mans con tutto un altro morale.

Le parole del podio: Marquez, Zarco e Iannone

Seconda vittoria consecutiva. Dopo il dominio ad Austin, Marquez si ripete anche a Jerez. Nonostante il campionato sia solo alla quarta tappa, il campione del mondo in carica ha già maturato un discreto vantaggio in classifica:

Siamo riusciti a fare qualcosa di grandioso. Non ero sicuro che sarei riuscito a vincere dopo la seconda fila ottenuta ieri. Pensavo che Pedrosa avrebbe avuto il mio stesso passo, questa era una gara molto difficile.

Soddisfazione anche per Andrea Iannone. Per il pilota della Suzuki si tratta del secondo podio consecutivo, ottenuto anche grazie alla triplice caduta davanti a lui. Alla fine però il terzo posto è stato più che meritato:

Ho sbagliato nella scelta della gomma: pensavo alla media, poi sulla griglia abbiamo optato per la dura e abbiamo faticato. Abbiamo conquistato un buon piazzamento, dobbiamo continuare su questo strada.

Podio insperato per Zarco, che come successo in precedenza si è rivelato il miglior pilota della Yamaha al traguardo:

A volte c'è bisogno anche di un po' di fortuna. Ho aspettato per cercare di avere un feeling migliore, poi quando ho visto che sono caduti i tre davanti non ci volevo credere. Abbiamo portato 20 punti a casa.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.