Inter, il futuro sarà di Spalletti: pronto il rinnovo fino al 2021

L'allenatore ha convinto Suning e la dirigenza, e presto prolungherà il contratto in scadenza tra un anno: con o senza Champions, sarà lui a guidare i nerazzurri.

L'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti Getty Images

681 condivisioni 0 commenti

di

Share

Se il "Triplete" centrato da Mourinho doveva significare l'inizio di un ciclo per l'Inter, dopo otto stagioni si può senz'altro dire che qualcosa è andato storto: dopo il brusco addio del tecnico portoghese, ben undici allenatori si sono seduti sulla panchina nerazzurra cercando di imitarne le gesta fallendo però nell'obbiettivo. Non soltanto non sono arrivati altri titoli nazionali o continentali, ma la stagione successiva a quello storico trionfo è stata anche l'ultima che ha visto la Beneamata centrare la qualificazione alla Champions League.

Proprio così: la massima competizione europea non vede la partecipazione nerazzurra dalla stagione 2011/2012. Quell'anno il percorso dell'Inter, che l'anno precedente era arrivata seconda in campionato alternando in panchina Rafa Benitez e Leonardo, si interruppe in Europa agli ottavi di finale con il gol subito in pieno recupero dal brasiliano Brandao dell'Olympique Marsiglia, mentre in Serie A i nerazzurri centrarono un deludente sesto posto figlio di tre allenatori diversi, e cioè Gasperini, Ranieri e Stramaccioni.

Da allora l'Inter ha subito un costante quanto brutale ridimensionamento, finendo per trovarsi sempre lontana dalle posizioni che contano in classifica nonostante il suo blasone e le rinnovate speranze conseguenza dell'acquisto da parte del club prima di Erick Tohir e poi dei cinesi del Suning Holdings Group: questa stagione, cominciata sotto i migliori auspici, è lentamente scivolata via con un deludente girone di ritorno, e anche se la matematica non condanna i nerazzurri è probabile che la qualificazione alla Champions League sfuggirà anche quest'anno. Ciononostante la società è pronta a offrire il rinnovo del contratto a Luciano Spalletti: il tecnico ha convinto per diversi motivi, e sarà alla base del progetto che dovrebbe portare alla rinascita del club nel prossimo futuro.

Luciano Spalletti con due giocatoriGetty Images

Inter, la dirigenza pronta a rinnovare Spalletti fino al 2021

Una scelta dettata dalla volontà della dirigenza di dare continuità a un programma cominciato la scorsa estate e che vede i massimi esponenti del club convinti della bontà di quanto fatto vedere da Spalletti nella prima parte della stagione. Partito con l'obbiettivo di centrare quel quarto posto che oggi appare una chimera - salvo una serie di vittorie nerazzurre nelle ultime giornate abbinate a un calo di Lazio o Roma - l'allenatore toscano ha comunque operato bene con la rosa che ha avuto a disposizione, ben diversa per quantità e qualità rispetto a quella che gli era stata prospettata nel giorno del suo insediamento.

Era la scorsa estate, e l'arrivo di una proprietà forte economicamente come quella del gruppo Suning aveva fatto sognare i tifosi, che sognavano un rinascimento nerazzurro dopo anni opachi e lontani dal vertice. Tuttavia, dopo i fuochi d'artificio iniziali, la dirigenza si era dovuta scontrare con le esigenze di bilancio legate allo stop arrivato dalla Cina sugli investimenti nel calcio a fondo perduto o quasi e con la dura tagliola del Fair Play Finanziario, che di fatto aveva interrotto a metà un mercato che in entrata doveva essere ben più scoppiettante di come poi si è rivelato.

In tutto questo, Spalletti ha continuato a lavorare con serietà e senza mai lamentarsi, sottolineando semmai la cosa con quei giornalisti che secondo lui chiedevano la luna a una squadra che non aveva la forza per competere con realtà ben più consolidate. Ha risvegliato l'orgoglio interista, riportando la gente allo stadio non tanto grazie al gioco, che raramente è stato davvero convincente, ma mostrando al pubblico una squadra coesa, compatta, dove diversi calciatori hanno saputo rigenerarsi dopo stagioni difficili oppure emergere sorprendentemente.

Ecco perché l'Inter ripartirà da lui, prolungando l'attuale contratto in scadenza tra un anno fino al 2021: in seno alla dirigenza c'è la ferma convinzione che il tecnico abbia operato bene, e che continuità e coerenza pagheranno. Sarà necessario ovviamente anche risolvere i numerosi problemi economici che affliggono la società e dare all'allenatore il materiale umano di cui avrà bisogno, ma in questo senso il prossimo arrivo di Lautaro Martinez e i probabili acquisti a parametro zero di Asamoah e De Vrij sono il chiaro segnale che l'obbiettivo non è cambiato: l'Inter vuole tornare grande, e intende farlo insieme a Spalletti, che arrivi o meno il quarto posto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.