Uefa: procedimento contro Pallotta. Che risponde: "Loro inappropriati"

Il presidente dei giallorossi aveva fatto intendere di non apprezzare le competizioni nelle quali non si utilizza il Var. Verrà giudicato il 31 maggio.

219 condivisioni 1 commento

di

Share

Oltre al danno la possibile beffa. Il presidente della Roma, l'americano James Pallotta, è sotto indagine della Uefa. Gli viene contestata una condotta scorretta. Non sono piaciute le sue dichiarazioni contro gli arbitri al termine della partita fra la Roma e il Liverpool dello scorso due maggio quando i giallorossi, che recriminavano per due rigori non concessi, hanno battuto gli inglesi per 4-2 uscendo però dalla Champions League per la differenza gol.

Per la Roma e i suoi dirigenti (da Pallotta fino a Monchi, il tecnico Di Francesco e alcuni giocatori come Alessandro Florenzi) l'operato dell'arbitro non è stato all'altezza del suo ruolo. Peggio: è stato altamente penalizzante. Alla Uefa non sono però piaciute determinate frasi del presidente giallorosso. Su tutte quella relativa al Var.

Da Nyon fanno sapere che Pallotta verrà giudicato a tal proposito il 31 maggio, esattamente cinque giorni dopo quella finale di Champions League che la Roma ha solo sfiorato. Dal club giallorosso non commentano la notizia, ma i legali legati alla società sono già al lavoro per capire se il presidente verrà punito con una multa, un deferimento o soltanto con un ammonimento verbale.

Vota anche tu!

La Roma meritava di passare?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Roma, l'Uefa apre un procedimento contro Pallotta

A rispondere al procedimento aperto dalla Uefa ci ha pensato il presidente della Roma Pallotta in prima persona, parlando con l'Ansa:

Mi sorprende l'apertura di questo procedimento disciplinare. Secondo me è la condotta Uefa a non essere appropriata. Cosa penso del procedimento contro la Roma per organizzazione insufficiente? Muoio dalle risate. Autorità, Coni e Roma hanno garantito una professionalità che non ho mai visto in nessun altro evento sportivo prima.

Insomma la Roma, che già si sente penalizzata dalla direzione arbitrale contro il Liverpool e che ha visto sfumare la finale di Champions League per un solo gol, dopo esser stata danneggiata rischia anche la beffa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.