Giro d'Italia, a Gerusalemme vince Dumoulin: è la prima Maglia Rosa

Il vincitore del Giro del 2017, nella prima tappa a cronometro, riconquista subito la maglia da leader e si conferma l'uomo da battere. Lontani Froome e Aru.

Giro d'Italia, prima tappa a Dumoulin: vittoria a cronometro

93 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il Giro d’Italia 2018 inizia nel segno di Tom Dumoulin. Nella splendida Gerusalemme, dopo una cronometro di 9,7 chilometri corta ma impegnativa, ecco pure la prima Maglia Rosa. L’edizione numero 101 parte tra entusiasmo e una certezza: l'olandese vincitore nel 2017.

Il percorso, molto ondulato, aveva fatto male, nel vero senso della parola, già nelle prime ore del mattino. L’inizio è da dimenticare per Chris Froome, Miguel Angel Lopez e soprattutto per Kanstantsin Siutsou. Tutti caduti. Il bielorusso della Bahrain-Merida, fresco vincitore del Giro di Croazia, si è fratturato la terza vertebra.

Inizia dunque in salita il Giro d'Italia per Chris Froome: la botta si fa sentire anche in pochi chilometri. Male Fabio Aru, non uno specialista. Sorride invece Domenico Pozzovivo, decimo sul traguardo. Ma il corridore più felice del mondo è Dumoulin. Comanda ancora lui, almeno per ora.

Giro d'Italia, Dumoulin vince la prima tappaGetty Images
Giro d'Italia, Dumoulin trionfa a Gerusalemme

Giro d’Italia, sfida a cronometro per la prima Maglia Rosa

La prima tappa del Giro d’Italia 2018, a Gerusalemme, è tutta in memoria di Gino Bartali. Tanta gente sulle strade israeliane. Rohan Dennis, il primo favorito alla vittoria finale, parte alle 14.31 ore locali. L’australiano della BMC si conferma uno dei migliori specialisti contro il tempo. È suo il crono da battere prima degli altri grandi favoriti.

I big partono tutti verso la fine. Ultimo a scattare è Tom Dumoulin, campione in carica della Corsa Rosa e Campione del Mondo a cronometro. Vola con una media di 48 km/h e batte Dennis per appena due secondi. Trionfa lui. Non brillano Froome (21esimo a 37'') e Aru (a 50''), lontani. Il primo è apparso sottotono dopo la caduta della mattina, il secondo non è un fulmine in queste prove.

Buona invece la prova di Domenico Pozzovivo, decimo a 27'' dal vincitore. Inizia da dove aveva finito Dumoulin, questa è la sua corsa. E a cronometro si conferma l'uomo da battere. Domani tappa per velocisti, domenica l'ultima frazione in Israele prima del ritorno in Italia. Inizierà il vero spettacolo e la vera lotta. Con qualcuno che già dovrà recuperare terreno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.