Europa League, la rinascita di Dimitri Payet: Marsiglia sogna

Tre gol e 6 assist prima di arrivare alla finale di Lione, in Europa League nessuno come il francese. La nuova vita dopo il caos di Londra.

948 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dalle parti di Londra c'è ancora qualcuno che brucia e calpesta la numero 27 del West Ham. A Dimitri Payet, però, questo non importa più. Il francese è tornato un giocatore centrale nel panorama europeo e lo dimostra l'Europa League che sta disputando con il Marsiglia.

Il calciatore francese, che dall'Inghilterra è letteralmente scappato ormai un anno fa, ha riabbracciato l'ultimo club che l'ha visto giocare in patria. Non è stata una scelta facile, perché effettivamente Payet non è un giocatore facile. Anche dalle parti del Vèlodrome aveva avuto dei dissidi con i tifosi, che l'avevano bollato come talento sprecato per via di un carattere ai limiti dell'ingestibile. Eppure, la voglia di lasciare Londra e riscattarsi agli occhi dell'Europa l'ha portato a sposare una causa, quella del Marsiglia, che vedeva come un percorso incompiuto.

Giovedì arrivata la qualificazione alla finale di Europa League, ottenuta ai supplementari in casa del Salisburgo. Payet ci ha messo lo zampino a 5 minuti dai rigori, con il calcio d'angolo telecomandato sui piedi di Rolando. È stato il sesto assist nella competizione, che si aggiunge alle 3 reti realizzate: nell'edizione 2017/2018, nessuno è stato coinvolto quanto lui nelle azioni da gol.

Dimitri Payet, la rinascita passa da Marsiglia

Nella semifinale contro gli austriaci, la squadra di Garcia ha messo a segno 3 gol. Oltre all'assist per il gol qualificazione alla Red Bull Arena, Payet ha fornito i suggerimenti decisivi anche nel 2-0 dell'andata, confermando di essere il faro del Marsiglia in Europa League.

Adesso è il momento di affrontare l'ultimo step, quello più difficile, contro l'avversario probabilmente più attrezzato dell'intera competizione. Il 16 maggio è in programma la finale contro l'Atlético Madrid, che in materia europea ha tanto da insegnare da un decennio a questa parte. Si giocherà al Parc OL di Lione, proprio in Francia, nello stadio della principale rivale del Saint-Étienne, la squadra che ha lanciato Payet quando aveva poco più di 20 anni. Tanti segnali per il numero 10 del Marsiglia, che corre incontro alla sua rinascita ad un passo dai Mondiali in Russia.

Vota anche tu!

Payet trascina il Marsiglia: vincerà l'Europa League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.