Real Madrid, Zidane: "Eliminate le migliori. Ora alziamo la Champions"

Felicissimo anche il capitano dei blancos, Sergio Ramos, che ha lanciato una frecciatina a chi parla di una squadra favorita: "Gli altri parlano, noi rispondiamo sul campo".

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Doveva essere una battaglia, lo è stata. Una bellissima partita giocata a viso aperto sia dal Real Madrid che dal Bayern Monaco che ha tenuto aperto il discorso qualificazione fino al 90'. Il Real di Zidane però alla fine è stato superiore, con le unghie e con i denti ha conquistato la sua terza finale di Champions League consecutiva. Un risultato grandissimo che premia le merengues e lascia a bocca asciutta il Bayern Monaco che purtroppo non ce l'ha fatta a ribaltare l'1-2 dell'andata.

I bavaresi possono recriminare per qualche decisione arbitrale un po' dubbia, ma è anche vero che nel finale alla squadra di Heynckes è sembrato mancare lo spunto decisivo e la lucidità necessaria per abbattere il muro del Real Madrid che ad un certo punto è sembrata quasi una squadra italiana vecchio stampo: difesa e contropiede. Al Bayern resta l'onore delle armi e la delusione per esserci andati vicino.

Tanta felicità e consapevolezza della propria forza, questo traspare dalle parole dei giocatori del Real Madrid a fine gara. Ora c'è da alzare la coppa dalle grandi orecchie in finale a Kiev. Domani Zidane e i suoi scopriranno chi sarà tra Roma e Liverpool l'avversaria il 26 maggio, intanto ci si gode la festa per aver conquistato la sedicesima finale di Champions della propria storia.

Real Madrid in finale di Champions League: parola ai protagonisti

In casa Real Madrid c'è sicuramente tanto entusiasmo. Uno dei primi a parlare è stato Sergio Ramos, il capitano. Il difensore spagnolo ha esaltato i suoi compagni e ha puntato anche il dito contro le malelingue che parlano spesso di un Real aiutato dalle decisioni arbitrali:

Il Real Madrid si è meritato di andare a Kiev. Il nostro pubblico ci ha spinti a dare tutto fino alla fine. Adesso dobbiamo provare a vincere la finale contro una rivale molto difficile. La gente può continuare a parlare quanto vuole, noi parliamo sul campo che è dove ci piace. Sono veramente orgoglioso di questa squadra, l’ho sempre detto: questo risultato è la ricompensa di tanto sacrificio. Ci abbiamo sempre creduto, siamo stati sempre convinti che ce l’avremmo fatta e alla fine è stato così. Credo che il Bayern Monaco sia una grande squadra e penso che siano molti anni che lo dimostrano, sono stati degli avversari veramente tosti. Complimenti a loro, ma noi siamo stati superiori a tutti quest'anno

Al termine della partita ha parlato anche Mateo Kovacic:

Sono davvero molto contento per noi, questa sera abbiamo sofferto ma alla fine siamo riusciti ad ottenere quello che volevamo. Ancora non abbiamo vinto nulla però siamo in finale e siamo contenti. Ora dobbiamo vincere la coppa per essere felicissimi. Terza finale di seguito? È davvero incredibile quello che abbiamo fatto, siamo una grande squadra e siamo davvero tanto uniti. Questa è la nostra forza

Tranquillo e sereno ai microfoni di Premium Sport, Zinedine Zidane:

Terza finale consecutiva? È un traguardo pazzesco. Abbiamo sofferto tanto contro una grande squadra fin dall'inizio. Siamo entrati malissimo in partita un’altra volta e noi non possiamo andare in svantaggio soprattutto a casa nostra. Sono contento che poi abbiamo avuto la rabbia e la cattiveria di riprendere la gara e di conquistare la quarta finale in cinque anni. Però non abbiamo ancora vinto nulla, dobbiamo ancora giocare e alzare anche questa Coppa. Ora va bene l'entusiasmo, ma voglio che i miei ragazzi siano concentrati anche a Kiev. Roma? Può ancora passare, nel calcio può succedere di tutto

Poi alla stampa spagnola l'allenatore francese ha spiegato quanto sia stato difficile arrivare in finale:

Abbiamo giocato contro tre grandissime squadre: Psg, Juventus e Bayern Monaco e le abbiamo eliminate tutte per arrivare fino a Kiev. Siamo veramente contenti perché nonostante ci abbiano fatto soffrire siamo riusciti ad andare avanti. Benzema? Sono contento per lui, se l’è meritato. Ha fatto la differenza oggi. Anche Keylor Navas oggi è stato importantissimo, ha fatto alcune parate davvero fenomenali nel secondo tempo

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.