Champions League, le pagelle di Roma-Liverpool: Nainggolan a due volti

All’Olimpico finisce 4-2 per i giallorossi: il belga prima sbaglia e poi segna una doppietta. Bene El Shaarawy e Dzeko, bocciato Arnold tra i Reds.

Champions League, pagelle Roma v Liverpool Champions League, pagelle di Roma-Liverpool

629 condivisioni 0 commenti

di

Share

La finale di Champions League sarà Real Madrid-Liverpool. Alla Roma non serve a nulla il 4-2 dopo il 5-2 dell’andata. Una buona partita dei giallorossi, che però pagano due errori fatali di Nainggolan e Dzeko. 

L’autorete di Milner e i gol di Dzeko e Nainggolan (doppietta) fanno aumentare qualche rimpianto in ricordo del match di Anfield perso per 5-2. Le reti per i Reds vengono siglate da Mané e Wijanaldum. Salah, tra i più attesi all’Olimpico, appare un po’ in ombra.

Alla Roma non riesce l’impresa vista sempre in Champions League contro il Barcellona. Alla fine gli applausi, dopo grandi partite in Europa, sono meritati. I Reds volano a Kiev: la partitissima contro la squadra di Zidane è in programma il 26 maggio.

Champions League, le pagelle di Roma-Liverpool

Roma (4-3-3): Alisson 6.5; Florenzi 5.5, Manolas 6.5, Fazio 6, Kolarov 6.5; Pellegrini 5 (Dal 53' Under 6), De Rossi 6 (Dal 69' Gonalons 6), Nainggolan 5.5; Schick 5.5, Dzeko 6.5, El Shaarawy 6.5 (Dal 75' Antonucci 6). All. Di Francesco.

Liverpool (4-3-3): Karius 6; Arnold 4.5 (Dal 93' Clyne sv), van Dijk 6.5, Lovren 6, Robertson 6.5; Wijnaldum 6.5, Henderson 6, Milner 5.5; Salah 5.5, Firmino 6 (Dall'87' Solanke sv), Mané 7 (Dall'83' Klavan sv). All. Klopp.

I migliori

Mané 7

Non è quello dell’andata, che segna sì una rete ma dopo diversi tentativi. All'Olimpico ha un pallone buono e lo trasforma subito in rete. Tante accelerazioni, non lo prendono mai. Dodici presenze in Champions League e nove marcature. Impensabile vedere il tridente dei Reds senza di lui.

El Shaarawy 6.5

Corre sulla fascia sinistra, duetta con Kolarov, l’asse mancino funziona alla perfezione. Arnold non lo prende mai. Sfortunato nel primo tempo: un suo tiro, deviato, centra il palo alle spalle di Karius. Esce dopo aver speso tutto.

Dzeko 6.5

Certo, regala di testa il pallone a Wijnaldum. Un erroraccio. Ma sono otto i gol in Champions, cinque consecutivi, il suo zampino c’è sempre. Combatte, crea, ci prova fino all’ultimo. Segna la rete del 2-2 e non molla mai. Anche in Europa, dopo un grande cammino, si conferma uno dei migliori attaccanti in circolazione. 

I peggiori

Nainggolan 5.5

Pesa come un macigno l’errore che porta al primo vantaggio del Liverpool. Capisce immediatamente di averla combinata grossa. Si riprende col passare del tempo. Il suo gol nel finale fa sperare timidamente l'Olimpico: vale però solo il 3-2. Realizza il rigore all'ultimo secondo: una doppietta macchiata dall'errore iniziale.

Arnold 4.5

Quanto soffre il 19enne contro El Shaarawy e Kolarov. Perde ogni duello, anche in velocità. Klopp lo riprende continuamente, ma nel secondo tempo non migliora. Para un tiro di El Shaarawy con le mani, per sua fortuna l'arbitro non se ne accorge. Il peggiore dei Reds.

Pellegrini 5

Lento, compassato, mai dentro il gioco della Roma. Sbaglia passaggi facili, stop facili e pure una punizione ghiotta nel primo tempo. Di Francesco lo toglie all'alba della ripresa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.