WWE Raw, Seth Rollins difende il suo titolo prima di Backlash

The Architect mette in palio la cintura di campione intercontinentale contro Finn Balor, a pochi giorni dal match con The Miz nel PPV. E Roman Reigns scopre tanti nuovi sfidanti.

Seth Rollins affronta Finn Balor a WWE Raw

71 condivisioni 0 commenti

di

Share

Siamo al Bell Centre di Montreal, in Canada, per questa nuova puntata di WWE Raw. È uno show davvero molto particolare, in quanto il primo subito dopo la Greatest Royal Rumble andata in scena venerdì scorso, ma allo stesso tempo anche l'ultimo (almeno per quanto riguarda il roster rosso) prima di Backlash, il PPV che andrà in onda domenica notte (a partire dall'una, diretta scritta qui su FOXSports.it).

In Arabia Saudita non è cambiato nessun titolo a parte l'assegnazione delle cinture di coppia, prima vacanti, a Woken Matt Hardy e Bray Wyatt, ma per le altre ci sarà quindi una nuova occasione a poco più di una settimana di distanza.

Non sarà messa in palio sicuramente l'Universal Championship di Brock Lesnar, rimasto campione nonostante il controverso finale alla Greatest Royal Rumble, in cui sia lui che Roman Reigns sono caduti fuori dallo Steel Cage e l'arbitro ha assegnato (sbagliando) la vittoria a The Beast. Chi esce ancora più forte dall'ultimo PPV è invece Braun Strowman, il vincitore della più grande rissa reale della storia della WWE. E adesso non resta che capire quali siano i suoi prossimi programmi. Proviamo a scoprirlo nel racconto di questa nuova puntata, come sempre nella rubrica WWE-ek Raw a cura di FOXSports.it.

WWE Raw verso Backlash

Si parte con l'ingresso di Roman Reigns, il grande deluso della Greatest Royal Rumble. Accolto come di consueto dai fischi del pubblico, il Big Dog spiega di aver mantenuto la parola data, dal momento che il suo match in realtà l'ha vinto. Vorrebbe dirlo anche a Brock Lesnar, ma tanto per cambiare il campione non è presente.

Viene interrotto da un video di Samoa Joe, che promette di sconfiggerlo anche a Backlash, e poi, dal vivo, dall'ingresso di Jinder Mahal, che ha il coraggio di dirci come sia destinato a essere lui il prossimo Universal Champion ora che è approdato a WWE Raw.

In lista per affrontare Roman Reigns arrivano poi (nel tripudio generale del pubblico canadese) Sami Zayn e Kevin Owens. Tutti vogliono combattere contro il samoano e provano a giocarsela in una gara di popolarità: questa sarebbe stata vinta da Sami Zayn, ma il Big Dog li attacca tutti, ritrovandosi poi a dover fronteggiare un tre contro uno. A riportare in parità la contesa ci pensano Bobby Lashley e Braun Strowman, con quest'ultimo che ci mette davvero poco a fare piazza pulita.

Elias vs Bobby Roode

Il consueto concerto di Elias viene interrotto dall'ingresso di Bobby Roode, che dà così inizio al loro incontro. Il match viene vinto idealmente dal chitarrista, perché dopo aver lanciato il suo avversario contro il paletto, questi non riesce più a continuare a lottare.

Mentre gli arbitri e medici circondano Glorious, Elias prende il microfono e annuncia al pubblico il vincitore: se stesso.

Authors of Pain vs Jean Paul e François

La seconda sfida nel programma di WWE Raw ha ben poco da offrire dal punto di vista della competitività, visto che gli Authors of Pain affrontano due combattenti locali, Jean Paul e François, liberandosene in poco tempo con la combo Super Collider e Last Chapter eseguira sul malcapitato Jean Paul.

Al termine dell'incontro Akam e Razr prendono il microfono e avvertono che questo sarà lo stesso trattamento per ogni Tag Team dello show rosso.

Seth Rollins on the ring

Seth Rollins fa il suo ingresso, osannato dal pubblico, e parla al microfono spiegando di non voler essere come Brock Lesnar, ma di voler difendere sempre il suo titolo. Lo raggiunge Finn Balor, che riepiloga i suoi match singoli contro The Architect. Attualmente sono sul 2-2, quindi manca una sfida finale per stabilire chi sia il più forte.

Seth Rollins risponde che ha un match importante contro The Miz a Backlash domenica, ma non è un problema e vuole far decidere al pubblico, che ovviamente esplode in un sì.

Un momento però, sul ring arrivano Curtis Axel e Bo Dallas, che mostrano due magliette ridicole con tutti i loro quattro volti e propongono di diventare una nuova stable, tutti insieme. Seth e Finn dicono no, così inizia una rissa due contro due, che però viene conclusa da un colpo di Balor su Rollins. Il messaggio è arrivato forte e chiaro e il campione intercontinentale ha capito le motivazioni del suo prossimo avversario.

Sasha Banks vs Ruby Riott (con Sarah Logan e Liv Morgan)

Dopo aver visto un'intervista di Sasha nel backstage, in cui dice che Bayley non sarà presente stasera, la Banks va ad affrontare Ruby Riott. Quest'ultima avrebbe anche ceduto alla Banks Statement, ma Sarah Logan e Liv Morgan fanno in modo che l'arbitro non se ne accorga. E alla fine a vincere è Ruby Riott, che chiude il discorso con un Riott Kick.

Backstage

Altro messaggio di "sensibilizzazione" di Alexa Bliss, che racconta di essere stata vittima del bullismo di Nia Jax, affermando poi come a Backlash si prenderà la sua rivincita.

Passiamo con l'inquadratura su Titus O'Neil, che commenta la sua esilarante caduta alla Greatest Royal Rumble. Viene interrotto da Baron Corbin, con il Lone Wolf che consiglia l'intervistatrice di non perdere tempo con Titus.

Poi tocca a Woken Matt Hardy e Bray Wyatt parlare e spiegarci in particolare come la vittoria dei titoli di coppia di WWE Raw sia la notizia più importante della storia umana.

Jinder Mahal, Kevin Owens e Sami Zayn vs Roman Reigns, Braun Strowman e Bobby Lashley

Eccoci arrivati al 6-man Tag Team Match nato dopo quanto accaduto in apertura di show. Kevin Owens e Sami Zayn sono tifatissimi dal pubblico canadese, ma alla fine a vincere sono i tre face, visto che Braun Strowman dimostra ancora una volta di essere praticamente indistruttibile, andando trasformare un Superkick di Kevin Owens nella Powerslam che va a chiudere l'incontro.

Baron Corbin vs No Way Josè

Subito dopo aver ascoltato Baron Corbin parlare in termini negativi di Titus O'Neil e No Way Josè ("due che hanno passato la loro carriera cercando di far ridere"), inizia il match. Corbin lancia contro il paletto il suo avversario, ma in quel momento fa il suo ingresso il Titus Worldwide, che scherza sulla caduta di O'Neil alla Greatest Royal Rumble. Titus fa finta di cadere di nuovo e così facendo distrae Baron Corbin: No Way Josè ne approfitta per schienare The Lone Wolf e far scatenare la fiesta!

Natalya (con Ronda Rousey) vs Mickie James (con Alexa Bliss)

Dopo quanto accaduto la settimana scorsa, Natalya e Mickie James si affrontano in un single match, con ai loro angoli le rispettive amiche. L'ex campionessa di WWE Raw è la prima a tentare un'intromissione, quanto basta a Ronda Rousey per iniziare a rincorrerla intorno al ring e fare in modo che Natalya si prenda la vittoria su Mickie James.

Al termine dell'incontro si presenta anche Nia Jax e Alexa Bliss va in fuga in mezzo al pubblico. La campionessa femminile del roster rosso sale così sul ring e dopo alcuni sguardi che non promettono niente di buono a Ronda Rousey e Natalya, cambia espressione e con un gran sorriso alza le loro braccia al cielo per esultare insieme.

Backstage

Dolph Ziggler e Drew Mcintyre consigliano a tutti i wrestler di scappare a SmackDown, perché loro sono arrivati per prendersi lo show.

Seth Rollins (C) vs Finn Balor

Intercontinental Championship Match

Nonostante manchi meno di una settimana al suo match contro The Miz a Backlash, Seth Rollins difende il suo titolo già stasera contro Finn Balor. Un match davvero esaltante, con capovolgimenti continui, così come i conteggi di tre sventati all'ultimo secondo da entrambi. Alla fine è però The Architect a confermarsi campione, riuscendo ad andare a segno con il suo Curb Stomp.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.