Il Bayern Monaco esce a testa alta: "Non ci dobbiamo vergognare"

Dopo l'eliminazione nella semifinale di Champions League contro il Real Madrid, Hummels e compagni sono amareggiati: "Abbiamo regalato due gol".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Quel che dà fastidio, più ancora dell'eliminazione, sono gli errori individuali. Se il Bayern Monaco non raggiunge la finale di Champions League e se per il quinto anno di fila viene eliminato da una spagnola (tre volte dal Real Madrid), è esclusivamente colpa di alcuni singoli. Perché i tedeschi non sono affatto apparsi inferiori, né all'andata né al ritorno.

Il Bayern Monaco non raggiunge la finale per un solo gol. Bastava segnarne uno in più o subirne uno in meno e a Kiev ci sarebbe andato Jupp Heynckes. Pesano, in tal senso, gli errori di Ribery e Lewandowski sotto porta all'andata, pesa la scarsa vena realizzativa del polacco anche nella gara di ritorno ma pesano soprattutto gli errori di Rafinha a Monaco e di Ulreich al Bernabeu.

Perché il Bayern Monaco ha regalato due gol al Real Madrid: due errori evidenti, tragicomici, decisivi. La squadra di Heynckes non è sembrata inferiore a quella spagnola, ma alla fine si è dovuta arrendere. Per questo il risultato fa particolarmente male. I bavaresi hanno sprecato una grandissima occasione.

Vota anche tu!

Il Bayern Monaco meritava di uscire?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Champions League, la reazione dei giocatori del Bayern Monaco dopo il 2-2 del Bernabeu

Particolarmente amareggiato Mats Hummels, che in carriera la Champions League non l'ha ancora vinta e che ha perso la finale del 2013:

Credo sia molto difficile da spiegare l'eliminazione e il sentimento dovuto a questa. Di fatto abbiamo regalato due gol. Il Real Madrid non ha giocato al massimo, non glielo abbiamo permesso. Fa male, molto male. La realtà però è che il Real ha sbagliato meno. Mi rode non aver calciato al 93' e aver cercato il passaggio

Ci mette la faccia anche Thomas Muller, capitano di serata (in sostituzione di Neuer) che non è riuscito a segnare né all'andata né al ritorno:

La partita è stata bellissima. Alla fine ci è mancata la fortuna. Peccato perché dopo il vantaggio siamo stati troppo passivi. Abbiamo giocato meglio di quanto fatto a Monaco, però anche oggi abbiamo regalato un gol. In semifinale non possono succedere cose così, recuperare poi è difficile. Sono amareggiato perché potevamo fare di più. Non ci dobbiamo vergognare, ma dispiace non aver sfruttato quest'occasione.

Muller si dispera
Muller si dispera

Per Heynckes, che a fine stagione lascerà il Bayern Monaco, era l'ultima occasione della carriera. Voleva chiudere con il triplete, come fatto del 2013, dopo la Bundesliga può vincere ancora la Coppa di Germania. La Champions League è sfumata. Questa volta definitivamente.

Ovviamente siamo dispiaciuti. La mia squadra ha giocato benissimo. Ho detto ai miei ragazzi che non ho mai visto giocare così bene il Bayern Monaco al Bernabeu. Purtroppo però a questi livelli non si possono commettere errori così evidenti, noi li abbiamo commessi oggi e anche all'andata. Usciamo immeritatamente, nelle due partite abbiamo fatto meglio noi. Ma errori così non si possono permettere.

Così invece James Rodriguez, autore del 2-2: 

Non ho visto il fallo di mano di Marcelo ma mi hanno detto tutti che era netto. Se c'è un rigore, bisogna avere il coraggio di fischiarlo. Ma non dobbiamo incolpare l'arbitro, il Real Madrid è in finale perché ha fatto meglio di noi. Siamo frustrati. La mancata esultanza? Per rispetti dei tifosi del Real Madrid. Non ho festeggiato perché ho passato tre anni belissimi a Madrid e qui sono stato molto felice

Il Bayern Monaco non ce l'ha fatta, è stato eliminato pur segnando due gol al Bernabeu e non sembrando affatto inferiore al Real Madrid. Ma non è bastato. Quel che brucia a Monaco, più ancora dell'eliminazione, sono gli errori individuali. Costati carissimo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.